Skip to content

La disciplina dello sguardo e il modello del flâneur nei Quaderni di Malte Laurids Brigge

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Pisano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Letteratura. Studi italiani ed europei.
  Relatore: Antonella Gargano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

Questo studio, incentrato sul poeta tedesco Rainer Maria Rilke, intende affrontare una fase ben circoscritta del suo percorso artistico e letterario. Ripercorrendo la genesi del cosiddetto 'dire oggettivo' rilkiano si cercherà di tracciare una sintesi delle varie tappe che hanno portato Rilke alla creazione di alcune tra le sue opere più importanti: i Neue Gedichte (Nuove Poesie) e il romanzo modernista del primo novecento Die Aufzeichnungen des Malte Laurids Brigge (I quaderni di Malte Laurids Brigge). Per questo motivo, non verranno prese in esame invece le opere successive al 1910, data di pubblicazione dei Quaderni. Illustrando quelli che sono i punti di contatto tra le due opere sopra citate, accomunate da un medesimo sentire artistico (il 'dire oggettivo' per l'appunto) verranno analizzate le fonti di ispirazione del poeta tedesco durante la scrittura delle Nuove Poesie e dei Quaderni. Molto importante per comprendere la filosofia del nuovo sguardo rilkiano risulta essere infatti il rapporto costante che il poeta tedesco intrattenne con le arti plastiche e la letteratura del passato: lo scultore Rodin, il pittore Cézanne e la poetica del brutto di Baudelaire saranno per Rilke esperienze fondamentali che cambieranno radicalmente il suo modo di vedere il mondo delle cose. La nuova poetica delle cose nascerà da questo inedito sguardo. Il cuore di questo lavoro è costituito dal modello artistico che emerge fuori dalla lettura dei Quaderni: il flâneur dalle reminiscenze baudelairiane, passeggiatore ozioso e poeta vagabondo, figura studiata anche dal filosofo Walter Benjamin in relazione al contesto metropolitano e alla modernità capitalistica. Il romanzo sarà quindi esaminato attraverso un confronto con le considerazioni del filosofo tedesco, con il già citato poeta francese, emblema della modernità, Charles Baudelaire e il racconto L’uomo della folla di Edgar Allan Poe. Questi aspetti metropolitani della scrittura dei Quaderni, davvero insoliti e inaspettati per un poeta come Rilke, sono stati in parte oscurati o molto poco studiati dalla letteratura critica che si è invece soffermata sopratutto sullo stile successivo di opere quali le Duineser Elegien (Elegie Duinesi) e i Sonetten an Orpheus (Sonetti ad Orfeo). La tesi si propone quindi di restituire una immagine più definita dei Quaderni, tralasciando il rapporto di continuità con le opere successive, rapporto che purtroppo ha fatto vivere fin'ora l'unico romanzo di Rilke di luce riflessa.

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Pisano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Letteratura. Studi italiani ed europei.
  Relatore: Antonella Gargano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questo studio su Rainer Maria Rilke verterà su una fase fondamentale della sua poetica, quello che è stato chiamato dai critici e dallo stesso Rilke come il „dire oggettivo‟, un periodo artistico di grande intensità che permetterà al poeta la realizzazione di opere ormai riconosciute tra i capolavori della letteratura tedesca e della letteratura tutta del novecento europeo, i Neue Gedichte (Nuove Poesie) e il romanzo (antiromanzo) Die Aufzeichnungen des Malte Laurids Brigge (I quaderni di Malte Laurids Brigge). La fase artistica presa in esame copre un arco di tempo che, collocandosi indietro rispetto al traguardo e alla pubblicazione dei due risultati più concreti sopra indicati, va dal 1902 al 1912. Non verrà menzionata pertanto alcuna riflessione o confronto testuale che riguardi le opere successive, le Duineser Elegien (Elegie Duinesi) e i Sonetten an Orpheus (Sonetti ad Orfeo). Scelta discutibile ma che ha il merito di circoscrivere l‟argomento cardine di questa tesi e cioè la flânerie del poeta a Parigi e il suo apprendistato artistico ed esistenziale a vedere. Molto poco studiata, soprattutto in Italia risulta essere infatti la componente nomade ed errabonda del poeta per le strade di Parigi. E anche per quel che riguarda la consapevolezza estetica del nuovo sguardo di Rilke con il suo „dire oggettivo‟, non sempre nella riflessione critica giuntaci fino ad oggi, si è tenuto conto del contesto storico in cui il poeta scrisse il Malte e le Nuove Poesie; si è cercato anzi di leggere queste opere come una sorta di preludio alla comprensione della poetica delle Elegie Duinesi e dei Sonetti ad Orfeo, in parte oscurandone l‟importanza per la grandezza sublime dello stile successivo, e facendo vivere soprattutto il Malte di luce riflessa. Nell‟affrontare questo periodo della poetica rilkiana che avrà come monito guida il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

walter benjamin
rilke
poe
flaneur
baudelaire
quaderni di malte laurids brigge
uomo della folla
novecento
metropoli
modernità
cézanne
dire oggettivo
prosa modernista

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi