Skip to content

Nanotecnologia: dall'applicazione al business d'impresa

Informazioni tesi

  Autore: Gaspare Alessi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia bancaria
  Relatore: Giuseppe Caristi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 73

La tesi esposta dedica attenzione su un mondo nuovo basato sull'uso di tecnologie ancora apparentemente lontane da quelle odierne, ma che prepotentemente si inseriscono nei canoni della vita quotidiana, dell'industria moderna e della società. Il termine nanotecnologia riassume tutte le tecnologie in grado di modificare la materia con precisione atomica, espressione questa assai generica, infatti in senso più restrittivo possiamo dire che le nanotecnologie sono quelle metodiche che permettono di realizzare materiali e dispositivi caratterizzati da strutture artificiali e preordinate di dimensioni prossime a quelle atomiche (un decimilionesimo di millimetro). L’obiettivo della nanotecnologia è quello di fare artificialmente quello che la natura fa da sempre e cioè combinare tra loro molecole o parti di esse per costruire dispositivi o congegni in grado di eseguire operazioni più o meno complesse. L’attuale tecnologia permette di realizzare dispositivi su scala enormemente superiore. Poter ridurre tale scala comporterebbe vantaggi sotto molti punti di vista. Dall’etimologia della parola si può dedurre che il primo vantaggio di un “nano dispositivo” è legato alle sue dimensioni. Cosa succederebbe se l’elettronica del nostro computer diventasse un miliardo di volte meno ingombrante ? Sicuramente per motivi ergonomici le dimensioni delle periferiche non potrebbero cambiare di molto, ma il numero di dispositivi presenti nella sua scheda accrescerebbero notevolmente le prestazioni di calcolo, che (secondo vantaggio) sarebbero ulteriormente accresciute dal fatto che dispositivi più piccoli potrebbero operare anche più velocemente. Per le loro dimensioni (terzo vantaggio) i dispositivi nano elettronici non seguirebbero le leggi della fisica classica ma obbedirebbero alle leggi della fisica quantistica . Tutto ciò implicherebbe la possibilità di realizzare dispositivi elettronici completamente nuovi, ma anche di disporre di materiali, che su scala nanometrica esibiscono proprietà differenti da quelle comunemente note. Come ogni innovazione anche la nanotecnologia presenta ostacoli,due dei quali meritano particolare interesse: - Incapacità di interconnettere nano e micro – Difficoltà a realizzare e ad organizzare in maniera preordinata nano dispositivi. In riferimento al primo punto, attualmente non esistono difficoltà eccessive a collegare un dispositivo microelettronico all’altro;ben diversa è la situazione per i nano dispositivi,per i quali soluzioni tecnicamente affidabili non sono ancora disponibili. In riguardo al secondo punto, premettendo che qualunque circuito microelettronico è costituito da dispositivi diversi per tipo e caratteristiche collegati secondo una logica, attualmente ci troviamo di fronte a limitazioni notevoli, in quanto la capacità di maneggiare la materia a livello atomico è ridotta al punto che permette di costruire su un chip dispositivi tutti eguali e con collegamenti casuali. Oggi molte aziende italiane e straniere stanno operando sia impiegando le prime nanotecnologie sufficientemente mature per essere portate in produzione, sia svolgendo ricerche congiunte con l’ università. Sul territorio italiano la società IBM ha programmi attivi su questo settore con particolare interesse alla realizzazione del computer quantistico. Anche all’estero, dai colossi giapponesi dell’elettronica alle industrie americane come la INTEL , hanno vigorosi programmi di ricerca applicata sulla nanotecnologia.La tesi affronterà nello specifico, anche con l'uso di algoritmi matematici, quanto sopra citato, approfondendo in particolar modo materie riguardanti i più importanti processi nanotecnologici, i vari approcci,i vari nanomateriali, il computer quantistico, non tralasciando argomenti di rilievo come la nascita di un famoso centro di ricerca italiano nel veneto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - PREMESSA Dalle tante parole magiche di questo inizio secolo, Nanotecnologia è una di quelle che più frequentemente si incontrano nella vita quotidiana, circondata da aspettative a volte eccessive, spesso magiche, talora irrealistiche. La parola nanotecnologia riassume tutte le tecnologie in grado di modificare la materia con precisione atomica, espressione questa assai generica, infatti in senso più restrittivo possiamo dire che le nanotecnologie sono quelle metodiche che permettono di realizzare materiali e dispositivi caratterizzati da strutture artificiali e preordinate di dimensioni prossime a quelle atomiche (un decimilionesimo di millimetro). L’obiettivo della nanotecnologia è quello di fare artificialmente quello che la natura fa da sempre e cioè combinare tra loro molecole o parti di esse per costruire dispositivi o congegni in grado di eseguire operazioni più o meno complesse. L’attuale tecnologia permette di realizzare dispositivi su scala enormemente superiore. Poter ridurre tale scala comporterebbe vantaggi sotto molti punti di vista. Dall’etimologia della parola si può dedurre che il primo vantaggio di un “nano dispositivo” è legato alle sue dimensioni. Cosa succederebbe se l’elettronica del nostro computer diventasse un miliardo di volte meno ingombrante 1 ? Sicuramente per motivi ergonomici le dimensioni delle periferiche non potrebbero cambiare di molto, ma il numero di dispositivi presenti nella sua scheda accrescerebbero notevolmente le 1 Sul tema si veda: Le nanotecnologie in Italia e nel Mondo, Michele Del Conte , Ottobre 2001. Sito internet: www.ulisse.sissi.it.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

silicio
ibm
nanotecnologia
fullereni
algoritmo di shor
computer quantistico
intel
nanoelettronica
microchip
grafene
nanotech
nanomateriali
fotolitografia
eniac
nanofab
lann
bit qubit
nanobiotecnologie
molibdenite
distretto veneto
top down button up
nanometri
nanodispositivi
chip mos

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi