Il terzo settore: analisi di un'associazione di promozione sociale

La tesi analizza le realtà del terzo settore e in particolare le associazioni di promozione sociale, per far capire che possono e devono essere viste come delle realtà aziendali a tutti gli effetti. Vengono inoltre analizzate alcune realtà già operanti ed esposto un nuovo progetto.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Questa tesi nasce dall'idea che un’organizzazione no profit non abbia nulla di diverso da un'azienda del settore profit. Per questo motivo deve essere trattata con gli stessi criteri e con le stesse tecniche. L'unica differenza, oltre agli scopi sociali, è la distribuzione o meno degli utili. A differenza del settore profit, nel settore no profit gli utili non possono essere distribuiti. Gli “imprenditori” operanti in questo settore però corrono comunque il rischio di non riuscire a coprire con i fondi disponibili le spese, ma non hanno alcun ritorno economico, in termini di utili. D'altro canto le associazioni e le organizzazioni non possono fallire, secondo il significato giuridico del termine, ma possono sempre subire un fallimento in termini sociali. Una no profit nasce con determinati scopi sociali e per volontà dei propri soci, che perseguono delle proprie idee. Ha le stesse caratteristiche, anche se in maniera molto semplificata di un'azienda, e a seconda di ciò che vuole mettere in pratica deve seguire le stesse procedure, autorizzazioni, leggi. Per questo motivo è inevitabile che essa sia trattata allo stesso modo. In questa tesi dopo una panoramica sulle diverse tipologie di organizzazioni no profit e il loro inquadramento giuridico e tributario, parlerò più in dettaglio delle associazioni di promozione sociale e dell’associazione costituita qualche mese fa. Dopo un’analisi di alcune realtà molto affermate nel terzo settore, è analizzato il territorio di riferimento e spiegato il progetto che l’associazione si prefigge di realizzare. In particolare poiché il progetto prevede la realizzazione di un centro multifunzionale in cui saranno presenti anche e principalmente degli ambulatori medici, prendendo spunto da una sentenza della Corte di Cassazione del 14/01/1998 che definisce gli ambulatori come “aziende ambulatoriali”, sottolineandone la valenza imprenditoriale, si vuole mettere in risalto il sistema

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Laura Leone Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2694 click dal 13/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.