Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra Ossessioni e Sogni - il fantastico cinematografico in Christopher Nolan

In questo lavoro si pone l'indagine di come il fantastico cinematografico ha influito nel cinema, con riferimenti letterari e naturalmente cinematografici sono tirati in gioco autori che hanno esposto le loro teorie sul fantastico me Todorov, Cappabianca o Leutrat. il tutto va a confluire nell'idea di cinema di Christopher Nolan con un analisi di suoi due film, il primo Following e Inception indagando tra elementi fantastici e filosofici con analisi di scene a livello cinematografico.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I IL FANTASTICO 1.1 Cos’è il fantastico? Di derivazione greca, Phantastikos vuole indicare un qualcosa riguardante la fantasia oppure un’ immagine che provoca emozioni a livello dell’ inconscio, riconduce la mente ad oggetti, azioni o stati che non possono essere affini alla sfera del vero, quindi del reale. Storicamente legata a particolari tipi di romanzi giocati sulla rottura del mondo ordinario, la sfera del fantastico offre un quadro della realtà capovolto oppure totalmente cambiato con l’inserimento di elementi soprannaturali. Fa notare Michel Foucault come i romanzi di fine Ottocento: «Volevano essere letti per ciò che raccontavano, per quella emozione o paura , spavento o pietà, che le parole erano incaricate di trasmettere, ma che dovevano comunicare attraverso la loro pura e semplice trasparenza» 1 . Suscitando uno strano sentimento nell’animo del lettore, si mira a provocare un certo moto dello spirito, atto ad aprire nuove porte e a percorrere vie sconosciute verso la più recondita fantasia che, seppur sepolta dalle convenzioni della quotidianità, ancora ci appartiene. Ma più che analizzare il fantastico (per così dire) letterario, si andrà ad osservare da vicino il fantastico cinematografico, quel genere nel quale le vere paure dell’ uomo, oppure le più galoppanti fantasie diventano reali e tangibili con la mediazione dello sguardo, animando con immagini quanto uno scrittore si sforza di mostrare a parole. Nel fantastico cinematografico il testo scritto viene potenziato, o meglio: il testo letterario attua un processo immaginativo, di scelta nella mente del singolo lettore, mentre quello cinematografico è un processo che amplifica la paura o lo stupore dello spettatore, rendendola quasi reale. 1 M. Foucault, Scritti letterari, tr. it., Feltrinelli, Milano 1971, pp. 79-81.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cesar Manuel Cirolia Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1376 click dal 29/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.