Skip to content

L'amicizia oltre le barriere. Relazioni amicali di giovani con disabilità motoria

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Alessandria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Comunicazione Inteculturale
  Relatore: Antonella Meo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Ogni ragazzo al giorno d'oggi vive inserito in una serie di contesti differenti e intrattiene molteplici relazioni interpersonali Di queste l'amicizia è una delle più significative essendo un legame che nasce nella condivisione di momenti ludici affiancati a occasioni di riflessione e confronto.
Partendo da questo presupposto si è voluto osservare come alcuni giovani con disabilità motoria vivono e rappresentano l'amicizia, con la consapevolezza che le esperienze personali influenzano il modo di percepire e vivere tali legami. Si è rivolta l'attenzione principale sui rapporti tra pari e le relazioni extraparentali di soggetti con disabilità in età post-adolescenziale, ponendo questi ultimi al centro delle loro reti di amicizia e considerandoli protagonisti attivi nella gestione dei rapporti.
Si è svolta una ricerca con dieci ragazzi/e con disabilità motoria della città di Torino, conducendo delle interviste discorsive, con l'obiettivo di scoprire se e come la disabilità ha un'influenza sulla quantità e la qualità delle loro relazioni amicali, se si presentano particolari difficoltà nell'instaurare nuovi legami e come tali eventuali disagi vengono superati. I racconti degli intervistati rappresentano una testimonianza diretta sul modo di vivere i rapporti amicali e sull'importanza che questi assumono nelle loro vite quotidiane.
I ragazzi, cercando di definire l'amicizia e di descrivere le sue caratteristiche principali, delineano differenti immagini di tale concetto, illustrano i diversi aspetti del legame amicale e fanno emergere il suo rilevante ruolo nella costruzione dell'identità personale. Dopo avere presentato quale incidenza ha la disabilità nelle relazioni amicali, si descrivono gli effetti di queste ultime nel processo di definizione del proprio sé nei soggetti intervistati. Infine si fa un rapido accenno a come il terzo settore, ovvero le associazioni di volontariato o culturali e gli enti erogatori di servizi alla persona, siano più o meno visti come luoghi di incontro che facilitano la nascita di nuove relazioni amicali, rendendo meno percepibili le difficoltà d'approccio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Ogni ragazzo al giorno d'oggi vive inserito in una serie di contesti differenti e intrattiene molteplici relazioni interpersonali. Tra queste l'amicizia occupa un posto di rilievo, essendo un legame che prende forma nella condivisione di attività ricreative e di divertimento, affiancate a occasioni e momenti di confidenze e confronto. Con questo presupposto e con la consapevolezza che le singole esperienze personali influenzano il modo di vivere le relazioni amicali, mi sono chiesta come l'amicizia venga vissuta da chi ha una disabilità motoria. Mi premeva capire se e come la disabilità influisce sulla quantità e qualità dei rapporti, se comporta delle difficoltà nell'instaurare il legame e in che modo tali possibili disagi vengono gestiti, ed eventualmente superati, da chi li vive in prima persona. Sapendo che queste domande sono articolate e complesse e che, per trovare risposte adeguate, è necessario un bagaglio di competenze e risorse decisamente più grande di quello che io ho a disposizione, ho voluto sviluppare l'argomento raccogliendo delle testimonianze dirette, non rappresentative numericamente, ma fortemente esemplificative. Ho quindi svolto una ricerca qualitativa, circoscritta a dieci ragazzi/e con disabilità motoria di Torino e dintorni, con i quali ho condotto delle interviste discorsive. Il fine era conoscere le loro opinioni ed esperienze in merito ai rapporti di amicizia e capire quanta importanza questi ultimi assumono nelle loro vite e nella loro quotidianità. In tale indagine ho voluto focalizzare l'attenzione sulla persona disabile e, ponendola al centro della sua rete di relazioni, l'ho considerata protagonista attiva nella gestione dei legami. In tal modo ho affrontato il tema della disabilità da un punto di vista un po' insolito, facendone emergere un aspetto poco indagato, ma rilevante. L'esistenza delle relazioni tra pari viene infatti presa in considerazione quando si tratta il periodo dell'infanzia dell'individuo con disabilità, contestualizzandolo nel discorso dell'inclusione scolastica, ma raramente un discorso simile viene sviluppato a proposito della fase successiva all'adolescenza. A maggior ragione ho ritenuto importante osservare i legami extraparentali, 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

disabilità
amicizia
rete sociale
relazioni sociali
costruzione identità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi