Skip to content

Ingegneria del territorio per aree a rischio: inquinamenti e contaminazioni di ecosistemi. Il caso di Taranto.

Informazioni tesi

  Autore: Cosimo Micelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
  Relatore: Dino Borri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

Questa tesi propone una metodologia generale di analisi del rischio territoriale da integrare nel tipico algoritmo di sistemi di supporto alle decisioni (DSS), al fine di suggerire possibili scenari futuri per l'area oggetto di studio e di scegliere tra di loro l'alternativa che riduce al minimo l'entità delle varie tipologie di rischio. I tre fattori principali che quantificano le tipologie di rischio spaziali sono pericolo, vulnerabilità ed esposizione. Successivamente la tesi propone un'analisi dettagliata dei fattori considerati strategici per l'attuazione di un modello di sviluppo sostenibile: la vulnerabilità e quindi la resilienza, in vari aspetti caratteristici di un sistema urbano complesso (ecosistemi naturali e artificiali, ambiente, economia, cultura, ecc .).
Senza escludere la citazione di importanti norme di legge italiane ed europee, per l'applicazione di questa metodologia tesi descrive la situazione attuale della città di Taranto, tra cui economia, industria, contaminazione e inquinamento, sviluppi giudiziari legati alla presenza di un grande polo industriale, l'economia e gli effetti sanitari. Si riferisce anche agli strumenti classici di analisi della pianificazione territoriale, compreso l'uso di software GIS. Infine sono suggerite proposte per la diversificazione della produzione da realizzare nella città di Taranto in un quadro generale per separare l'economia territoriale dalla monocultura industriale.
Parole chiave: rischio, vulnerabilità, resilienza, contaminazione, ecosistemi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 4- _________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________ Introduzione. Il focus di questa Tesi è quello di proporre un approccio organico e coerente per il miglioramento delle condizioni ambientali e di vita nella città di Taranto. Le città moderne sono sotto la minaccia di numerosi rischi, derivanti da emissioni, gestione dei rifiuti, esaurimento delle risorse, così come dai rischi naturali e tecnologici. Recenti eventi pericolosi mettono chiaramente in evidenza che i disastri urbani sono sempre più caratterizzati come eventi complessi, di tipo sostanzialmente ibrido, passando da fenomeni individuali verso "un mix interattivo di catastrofi naturali, tecnologiche ed eventi sociali" 1 Al giorno d'oggi, quasi tutti i processi della pianificazione territoriale devono essere sottoposti a una valutazione ambientale strategica (VAS) al fine di "garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente nella preparazione e adozione di uso del suolo strumenti di pianificazione "(Direttiva Europea 42/2001/CE). Al contrario, la riduzione del rischio rappresenta ancora un obiettivo marginale nei processi di pianificazione territoriale. La valutazione del rischio e la prevenzione sono affrontati oggi principalmente attraverso piani settoriali, con conoscenze specialistiche non armonizzate, sulla base di un approccio orientato sul pericolo, dedicando scarsa attenzione alle caratteristiche di esposizione, resilienza e vulnerabilità delle risorse umane e naturali. La tesi propone di incentivare quest’ultimo approccio, dimostrando come esso possa essere fondamentale per ottenere soluzioni improntate sulla sostenibilità delle risorse. Taranto è una realtà fortemente industrializzata avvantaggiata anche da numerosi fattori geografici e storici, in cui sembra difficile trovare una vocazione primaria alternativa, con gli stessi vantaggi economico-produttivi che garantisce il settore industriale. Mantenere in vita il polo industriale, con o senza settore siderurgico (ILVA “risanata”), comporta comunque dei rischi. La soluzione ottimale si ottiene a valle di un processo pianificatorio ben strutturato e con il giusto coinvolgimento di più agenti (sistemi multi- agente), attraverso un sistema di supporto alle decisioni che contenga più fasi di processo. 1 (Mitchell, 1999)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi