Skip to content

La relazione sentimentale e benessere nella coppia

Informazioni tesi

  Autore: Pasquale Romeo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: UKE - Università Kore di Enna
  Facoltà: Scienze dell'Uomo e della Società
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Iacolino Calogero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Le relazioni interpersonali, ancora oggi, costituiscono uno degli argomenti più dibattuti che affascinano e interessano il dibattito scientifico e la comunità sociale. Nel contesto familiare, lavorativo e sociale, le relazioni rappresentano un nodo centrale nella vita degli esseri umani, soprattutto le relazioni amorose.
Nel presente elaborato viene esaminato il tema del rapporto di coppia, per cercare di comprendere e analizzare quali fattori di carattere psicologico e comportamentale entrano in gioco nel momento in cui le persone si innamorano e si impegnano per formare una relazione d'amore a lungo termine.
Inoltre, nel lavoro di tesi mi propongo di descrivere il ruolo rivestito da alcuni elementi peculiari nella relazione di coppia, e cercare di mettere in evidenza la possibilità che i partner hanno di crescere e trarre beneficio attraverso la conoscenza e un utilizzo costruttivo di questi principi affinché la coppia si evolva, consolidi il proprio legame nel tempo e raggiunga un funzionamento il più possibile efficace.
Nel primo capitolo mi sono dedicato ad una descrizione generale del rapporto di coppia. Nello specifico, l'analisi dei contributi presenti nella letteratura psicologica sullo studio delle relazioni sentimentali, mi ha permesso di descrivere il percorso che la coppia deve affrontare per costruire la propria identità, con particolare riferimento alla presentazione delle componenti dell'amore proposte da Sternberg.
Nel secondo capitolo, invece, mi propongo di approfondire l'importanza di alcuni elementi psicodinamici nel legame di coppia. In particolare, ho cercato di spiegare in che misura determinati fattori, quali i "building blocks", la soddisfazione e la buona comunicazione, se impiegati in modo appropriato, possono contribuire alla creazione e al mantenimento di relazioni sentimentali stabili e soddisfacenti nel tempo, e costituire un'opportunità di arricchimento e crescita per entrambi i partner nel rapporto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
38 CAPITOLO II Elementi psicodinamici nella relazione di coppia II.1. Il conflitto nel rapporto di coppia La coppia è normalmente una realtà conflittuale, poiché è formata da due individui diversi che quotidianamente devono raggiungere un accordo su delle scelte da fare insieme. Quindi i due partner, per essere una buona coppia, devono innanzitutto percepire la conflittualità come una realtà irrinunciabile della propria convivenza. Evitare il conflitto, infatti, non è una buona strategia (Gambini, 2007). Il conflitto è un aspetto naturale e inevitabile delle relazioni umane. Esso caratterizza di per sé le relazioni interpersonali e sentimentali, costituendo l’espressione più specifica della dinamicità e della processualità della vita emotiva diadica, che può esprimersi con vari gradi di disaccordo o di difficoltà conclamata (Carli, Cavanna, Zavattini, 2009). La difficoltà a rintracciare un univoco punto di osservazione e definizione nello studio del conflitto mette in luce la sua natura multidimensionale. Quest’ultima è evidente nella difficoltà a identificare pienamente i significati connessi alle manifestazioni conflittuali. Lo studioso Lewin (1948) pone in primo piano la dimensione comportamentale del conflitto, che si focalizza su quello che viene agito dagli individui. Egli evidenzia come alla base di un conflitto coniugale è presente una situazione in cui i partner hanno obiettivi incompatibili. Il conflitto, dunque, nasce quando i partner pongono i loro obiettivi in modo tale da interferire con quelli dell’altro: si parla di conflitto di interessi. Altri studiosi mettono in evidenza la dimensione cognitiva del conflitto, come ad esempio Margolin secondo cui il conflitto è “incompatibilità o antagonismo di idee, desideri e azioni”(Margolin, 1988, p. 195). Il conflitto di coppia come fenomeno multidimensionale può essere analizzato da varie prospettive teoriche. Nella prospettiva psicoanalitica, il conflitto permette di vedere in azione alcuni meccanismi di difesa, come l’identificazione proiettiva, attraverso cui il mondo intrapsichico individuale entra in rapporto con il mondo intrapsichico dell’altro. A tale proposito, l’autore Dicks (1963), lavorando negli anni Cinquanta e Sessanta alla Tavistock Clinic, osserva che una delle principali fonti di scontro tra ai partner era il fallimento di ciascuno nel confermare la vera natura e l’identità dell’altro. I partner impiegavano i meccanismi di difesa di scissione e identificazione proiettiva al fine di rendere esterno un conflitto interno in cui una rappresentazione oggettuale interna, di solito il genitore, veniva scissa e proiettata nell’altro. Attraverso l’identificazione proiettiva, i conflitti di coppia posso essere visti come la ri-creazione di conflitti irrisolti con uno dei genitori. La prospettiva comportamentale pone in evidenza il conflitto come evento manifesto, sviluppando accurati sistemi di codifica osservazionale, basati sulle dimensioni verbali e non verbali dei processi conflittuali. Nel focalizzarsi sull’interazione tra i partner sono stati osservati la flessibilità vs. la rigidità di alcuni modelli di comportamento espressi dalle coppie soddisfatte vs. quelle insoddisfatte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi