Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La campagna referendaria 2016. Le strategie narrative di Matteo Renzi

Le trasformazione che la comunicazione politica ha subito negli ultimi decenni ha stravolto le modalità attraverso cui si svolge la normale vita politica delle moderne democrazie occidentali.
Le strabilianti innovazioni tecnologiche che hanno contraddistinto tutto il XX secolo nel campo delle telecomunicazioni, hanno profondamente influenzato l’evoluzione della politica facendola entrare nella cosiddetta campagna permanente, una definizione introdotta all’inizio degli anni ottanta che riassume perfettamente lo stato di permanente ricerca del consenso che indirizza le politiche di governo degli esecutivi e dei governanti.
Il mondo politico contemporaneo si distingue per una elevata mediatizzazione della politica, che dovendo contrattare con il mondo dell’informazione registri e codici comunicativi, ha inevitabilmente subito delle pesanti trasformazioni, che principalmente vanno nella direzione di una maggiore influenza e attenzione alle figure dei leader politici, a discapito dei partiti e dei programmi elettorali o di governo. È in questo contesto socio-politico che va inserita la campagna elettorale per l’approvazione della riforma costituzionale che si è svolta in Italia nel 2016.
L’obbiettivo di questo lavoro è quello di analizzare e definire la strategia narrativa impostata da Matteo Renzi durante la campagna referendaria, attraverso la scomposizione in macro-temi del messaggio su cui è stata promossa la riforma costituzionale. I risultati della ricerca verranno commentati alla luce delle dinamiche che governano il mondo della moderna comunicazione politica e delle caratteristiche personali di Matteo Renzi.
Per raggiungere lo scopo la metodologia di ricerca scelta si configura nella raccolta degli interventi e delle dichiarazioni rilasciate da Matteo Renzi, il principale promotore della riforma, dal 12 Aprile 2016, data dell’ultima approvazione in Parlamento, fino al 4 Dicembre 2016, che sarebbe la data del voto referendario.
Le dichiarazioni raccolte comprendono: interviste a telegiornali; interviste e dibattiti in talk show televisivi; interviste rilasciate a quotidiani e periodici, sia in versione cartacea sia in streaming dalle sedi dei quotidiani stessi; interviste radiofoniche; conferenze stampa; interviste a convegni e conferenze non istituzionali; incontri di Basta un Sì; interventi alle Feste dell’Unità e alla manifestazione Leopolda; videoconferenze del #matteorisponde; direzioni del Partito Democratico.
Per mettere in mostra quelle che sono le tematiche che hanno composto il quadro comunicativo della narrazione di Matteo Renzi, sono state isolate le dichiarazioni che si riferiscono direttamente alla riforma costituzionale, evitando di inserire nella analisi temi relativi alla situazione politica contingente o ad argomenti collegati ai singoli elementi tecnico-giuridici che caratterizzano la riforma.
Nel primo capitolo verranno descritti i tratti che definiscono le modalità di funzionamento della comunicazione politica moderna, definendo i processi di trasformazione che hanno contribuito a trasportare la politica nell’era della narrazione e dello storytelling, soffermandosi sul ruolo della, sulla definizione del concetto di campagna permanente, della personalizzazione e della mediatizzazione della politica.
Nel secondo capitolo si analizzerà il profilo politico di Matteo Renzi, il protagonista del lavoro di ricerca, approfondendo gli aspetti biografici, di costruzione dell’immagine e della comunicazione personale che contraddistinguono la sua figura di leader.
Nel terzo capitolo verrà trattato il lavoro di ricerca vero e proprio sulla strategia narrativa di Matteo Renzi utilizzata durante la campagna referendaria del 2016. L’analisi verrà effettuata destrutturando la narrazione referendaria, dando spazio ai temi più toccati da Matteo Renzi durante la campagna elettorale. All’inizio del capitolo il tema della riforma verrà introdotto da un breve riassunto storico dei passi che hanno portato al referendum.
Infine, nella parte conclusiva della tesi si cercherà di dare dei giudizi di valore sulle scelte strategiche di Matteo Renzi analizzate nel terzo capitolo, tenendo conto degli elementi descritti nella prima e nella seconda parte dell’opera.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 1.2 – La Personalizzazione della Politica Un testo utile per impostare un discorso sullo sviluppo delle leadership moderne è l’opera di Pogunkte e Webb P. (2005), The Presidentialization of Politics, in cui viene tratteggiata una trasformazione nel modo di concepire l’incarico istituzionale da parte dei capi di governo di molte democrazie occidentali. La direzione di questa mutazione andrebbe rintracciata nell’esigenza dei leader, di costruirsi spazi di autonomia sempre più ampi e di creare un rapporto costante e diretto con l’elettorato. Il processo di presidenzializzazione può essere riassunto come un avanzamento delle prerogative dei capi degli esecutivi nei seguenti ambiti (Pogunkte 2005, 6):  Incremento delle risorse di potere e dell’autonomia del leader all’interno del partito;  Incremento delle risorse di potere e dell’autonomia del leader nella gestione del potere esecutivo dell’esecutivo;  Processo elettorale incentrato maggiormente sulla figura del leader. L’espandersi delle zone di autonomia possono risultare dalla concessione diretta di maggiori poteri formali, oppure dal conferimento di un maggiore peso “personale” al mandato elettorale ricevuto dal voto dagli elettori (ibidem, 9). La particolarità di questo processo risiede nel fatto che, questa pratica viene registrata nelle democrazie in cui la figura di capo del governo non coincide con una carica monocratica

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Foresti Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 501 click dal 30/03/2017.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.