Skip to content

Il linguaggio giuridico: analisi linguistica e difficoltà traduttive. Studio applicato alle sentenze della Corte dei Conti (2009 - 2013)

Informazioni tesi

  Autore: Emad Rashed
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato di ricerca in Italianistica
Anno: 2015
Docente/Relatore: Pietro Trifone
Istituito da: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
Dipartimento: Facoltà di Lettere e Filosofia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 427

Il linguaggio giuridico assume particolare rilievo nella vita quotidiana, perché il diritto, attraverso le leggi e gli atti applicativi, tocca quasi ogni aspetto della vita del cittadino; e anche i testi più tecnici per quanto oscuri, estendono la loro validità al cittadino qualunque, secondo il principio per cui ''ignorantia legis non excusat''. In effetti, le tappe fondamentali della vita sociale di ogni cittadino hanno valore giuridico; ciò significa che la lingua del diritto non si limita ad essere di primario interesse per gli operatori professionali coinvolti nel lavoro giudiziario, ma di tutti indistintamente. Pertanto, questo libro esplora il linguaggio giuridico sotto diverse prospettive e si offre come organica ricerca sul tema dei testi giurisprudenziali fondata su un campione di cinquantadue sentenze della Corte dei conti, emanate nel quinquennio (2009-2013). La lingua del giudice viene osservata nella sua più tipica realizzazione testuale: la sentenza. Il lavoro descrive la struttura macrotestuale e i fenomeni notevoli di morfosintassi, lessico e testualità della sentenza, osservando i punti di contatto o divergenza rispetto alla lingua comune e i rapporti intertestuali entro la cornice comunicativa dello stesso dominio giuridico. Completa l'indagine una sezione dedicata alle difficoltà di traduzione giuridica, attività che presenta non poche criticità a causa della specificità nazionale degli ordinamenti giuridici e della mancanza di nomenclature ben strutturate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
41 CAPITOLO II CARATTERIZZAZIONE SEMANTICO- LESSICALE DEL LINGUAGGIO GIURIDICO «Mentre il comune mortale ʻʻinterroga chi ha vistoʼʼ, l'avvocato ʻʻescute un testeʼʼ. Il primo dovrebbe ʻʻdire come sono andate le coseʼʼ, il secondo ʻʻaccerta i fattiʼʼ. L'uomo comune ʻʻdisobbedisceʼʼ, mentre per il suo legale egli ʻʻnon ottemperaʼʼ; al primo viene dato lo ʻʻsfrattoʼʼ, che il magistrato chiama però ʻʻprovvedimento esecutivo di rilascioʼʼ. Si tratta, come si vede, di due linguaggi diversi, il secondo dei quali poco comprensibile alla massa delle persone comuni» 1 . 1. Le parole del diritto 2 Non solamente il linguista ma anche il giurista si confronta con il mondo delle parole, anzi, vive quotidianamente di parole: le parole della legge innanzitutto, le parole che ascolta dalle parti, dai testimoni, le parole con le quali interviene nelle fasi del processo, le parole che scrive nei provvedimenti, con le quali si pronuncia nelle sentenze. Dal punto di vista dei giuristi la parola è potente; in essa si individua la forza della legge. Questa potenza è enfatizzata, per esempio, nel primo comma dell'articolo dodicesimo delle disposizioni generali del codice civile, il quale prevede che: «Nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse, e dall'intenzione del legislatore» 3 . I linguaggi settoriali si caratterizzano in primo luogo per determinate scelte lessicali; ma hanno importanza anche le soluzioni morfologiche e sintattiche. Il lessico caratteristico, in parte 1 BENEDETTI, Amedeo, Mi rimetto alla clemenza della corte. Analisi, note e proposte di correzione del linguaggio giuridico italiano, Erga Edizioni, Genova, 2012, p.14. 2 Per un quadro generale di riferimento sul lessico giuridico sono da ricordare alcuni studiosi dai quali ha preso le mosse il presente lavoro di analisi lessicale e semantica: Ondelli Stefano (2006, 2007), Mortara Garavelli Bice (2001, 2002), Dell'Anna Maria V. (2008, 2009, 2013), Fiorelli Piero (2008), Snel Trampus Rita (2000), De Mauro Tullio (1994, 2011), Scarpelli Uberto (1959, 1976, 1994), Cortelazzo Michele (1994, 2000, 2006), Cavagnoli Stefania (2009, 2012), Beccaria Gian Luigi (1973, 1988, 2006), Bellucci Patrizia (2002, 2004, 2005). 3 A proposito dell'importanza del lessico giuridico Fiorelli, un giurista-linguista, sottolinea che «Il lessico del diritto non è un'appendice del lessico comune, e nemmeno una sua sezione; è uno degli aspetti fondamentali del lessico di una lingua». FIORELLI, Piero, Intorno alle parole del diritto, op. cit., p. 431.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

linguaggio burocratico
linguaggi settoriali
linguaggio giuridico
traduzione giuridica
lessico e morfosintassi delle sentenze
sentenze della corte dei conti : linguaggio
struttura del testo giuridico
analisi linguistica del discorso giuridico
difficoltà di traduzione del linguaggio giuridico
linguaggio giuridico-amministrativo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi