Skip to content

Ri-produrre la vita: l'infertilità femminile al tempo delle Nuove Tecnologie Riproduttive

Informazioni tesi

  Autore: Alice Maria Carollo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Studi Umanistici
  Corso: Antropologia, Religioni, Civiltà Orientali
  Relatore: Ivo Quaranta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

Questo elaborato si propone come un percorso di analisi che si snoda tra le tematiche dell’infertilità femminile, i processi di medicalizzazione e incorporazione ad essa riferita e le Nuove Tecnologie Riproduttive (NRT). Tematiche che, collocandosi tra la sfera individuale e quella pubblica, possono rappresentare un punto di partenza valido per indagare quelle ridefinizioni soggettive e collettive attraverso cui gli attori sociali costruiscono e decostruiscono continuamente una cultura. Partendo dall'analisi delle possibili definizioni di infertilità si arriverà a delinearne il processo di medicalizzazione che vedono le Nuove Tecnologie Riproduttive (NRT) protagoniste, passando poi ad indagare quali conseguenze questa narrazione può avere nel vissuto personale e sociale dei soggetti infertili e quali rinegoziazioni essi attuano nel momento in cui si trovano a dover inserire la loro esperienza di vita in un modello culturale che vede l'infertilità come un problema da risolvere. L'ultima parte dell'elaborato ha come tema il ruolo delle NRT nella ridefinizione di alcune sfere di senso fondamentali quali la parentela e la religione, e di quali nuovi spazi culturali si stiano costruendo come conseguenza della loro crescente importanza.

Informazioni tesi

  Autore: Alice Maria Carollo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Studi Umanistici
  Corso: Antropologia, Religioni, Civiltà Orientali
  Relatore: Ivo Quaranta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Questo elaborato si propone come un percorso di analisi che si snoda tra le tematiche dell’infertilità femminile, i processi di medicalizzazione e incorporazione ad essa riferita e le Nuove Tecnologie Riproduttive (NRT). Tematiche che, collocandosi tra la sfera individuale e quella pubblica, possono rappresentare un punto di partenza valido per indagare quelle ridefinizioni soggettive e collettive attraverso cui gli attori sociali costruiscono e decostruiscono continuamente una cultura. La tesi non ha ovviamente pretese di esaustività sul tema, ma punta a suggerire dei quesiti attraverso cui le potenziali risposte possano evidenziare un tragitto dinamico per pensare ed esaminare l’infertilità femminile al tempo delle NRT. Esaminare in che modo l’antropologia ha tematizzato questi argomenti e fornire uno spunto di riflessione su quali problematiche essi possono presentare nell’ambito di una costruzione dell’identità personale e nel contesto di una società sempre più caratterizzata da un “globale nel locale” sono alcuni obiettivi che il lavoro si è proposto di soddisfare. Le motivazioni che mi hanno spinta a scegliere questo argomento non sono di natura personale, né derivano da particolari argomenti affrontati nel mio percorso di studi, ma nascono piuttosto da una serie di convergenze. L’interesse che ho sempre provato per la tematica del corpo ha incontrato lentamente gli strumenti che lo studio del metodo antropologico ha saputo darmi in questi anni e insieme a una predilezione per le realtà private e poco evidenti, ma in grado di modificare fortemente la percezione di sé e degli altri, hanno mosso il mio interesse per un argomento come quello dell’infertilità femminile. Ho scelto di trattare quest’ultima nella declinazione che assume all’interno della riproduzione medicalmente assistita perché credo nell’utilità che l’analisi antropologica può assumere nel contesto delle politiche pubbliche. Il percorso che ho deciso di intraprendere nella tesi si articola in tre capitoli: il primo è dedicato a definire la problematica dell’infertilità nella prospettiva biomedica e a tracciarne il processo di medicalizzazione cha ha conosciuto a partire dagli anni ’50, attraverso particolari aspetti come quello dello sguardo. Il secondo capitolo si propone invece di indagare gli aspetti dell’incorporazione e della sofferenza femminile legati alla condizione di infertilità, quali sono le istanze che entrano in gioco nella decisione di ricorrere alle cure mediche e come si configura di conseguenza l’importanza del dato biologico nell’esperienza di diagnosi e cura di questa condizione. Nel terzo ed ultimo capitolo tratteremo invece del ruolo delle NRT nella ridefinizione di alcune sfere di senso fondamentali quali la parentela e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia
infertilità
riproduzione
sterilità
salute riproduttiva
antropologia medica
infertilità femminile
nuove tecnologie riproduttive
nrt

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi