Skip to content

L'evoluzione del libro digitale nel II millennio

Informazioni tesi

  Autore: Sabina Riggi
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Lo Curzio Marco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

Le motivazioni che hanno guidato lo sviluppo di questo lavoro nascono da un interesse maturato dallo studio dell'editoria digitale e dallo studio del fenomeno “e-book”.
Se la prima generazione degli ebook reader fu fallimentare, la seconda nel suo insieme non fu fortemente rivoluzionaria, anche se alcuni tentativi legati ad un miglioramento nella visualizzazione del testo fu attraverso due tipi di carte elettroniche e qualche piccolo accenno di miglioramento dal punto di vista del design dei dispositivi; del resto, per quanto concerne quei pochissimi dispositivi che inaugurarono la seconda stagione degli ereaders essi si trascinarono dietro l’errore più rilevante compiuto dai dispositivi della prima generazione degli ereaders: il formato proprietario.
Furono pochi gli esempi dei dispositivi che nella seconda generazione di ebook reader utilizzarono questo formato; possiamo citare il caso di Sony Libriè uscito solo sul mercato giapponese nel 2004. Esso ebbe una risoluzione discreta, di dimensioni paragonabili alla pagina di un libro tascabile e con una memoria tale da poter contenere migliaia di libri. Il Librè, purtroppo, come accennato precedentemente, fu legato al formato proprietario detto Broad Band eBook (BBeB) chiaramente questo dispositivo non ebbe successo, così come il Sony PRS500 e l’iLiad iRex (uscito nel 2006 e prodotto da una società olandese) si trattò di un dispositivo sul quale si poteva scrivere appunti con uno stilo e avere la connettività Wi-Fi, il prezzo fu elevato e successivamente destinato al fallimento.
Si videro dei cambiamenti radicali solo verso il 2007 e il 2008, si trattò sempre di un dispositivo con un sistema chiuso ma ebbe la biblioteca più grande del mondo: Kindle della Amazon. In questo stesso periodo la Sony e il suo Bookstore non ebbe nessuna possibilità di competere con la libreria di Amazon, tant’è che per battere la concorrenza la Sony pensò di dar vita ad una maggiore apertura a contenuti in formati non proprietari, partendo da questo principio, rese aperti i suoi dispositivi all’unico formato aperto sul mercato: l’ePub.

Informazioni tesi

  Autore: Sabina Riggi
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Lo Curzio Marco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1.1 Documento digitale: codifica e i set di caratteri La seconda metà del secolo scorso rappresentò per l’uomo un periodo di grande rivoluzione nel campo di una serie di tecnologie elettroni- che. Una cosa è certa, l’uomo non ha mai smesso di comunicare con il proprio simile. La scrittura ebbe una forte evoluzione nel tempo, vide nascere tecnologie in grado di trasformare il nostro modo di concepire l’informazione, un’informazione capace di arrivare sui nostri calcolatori o dispositivi palmari, attraverso i documenti digitali. Quando si accenna al documento digitale, spesso, si fa riferimento ad una fonte di informa- zione che viene registrata su un supporto materiale. Così, ogni docu- mento, tende a diventare un contenitore di informazioni 1 . Apparirà chiaro, che l’informazione e il contenuto corrispondo- no a due livelli differenti: uno astratto e l’altro materiale (supporto fisico) che tende a trasmettere l’informazione e conservarla nel tempo. Spesso succede che il documento viene associato alla pagina stampata, ed è il caso dei tradizionali supporti: giornali, libri, volantini ecc., eppure, la composizione dei documenti digitali è differente da quelli tradizionali: il documento digitale, spesso, oltre a contenere il testo, contiene anche le immagini, suoni, tabelle ecc. che per essere compresi dal computer, devono essere rappresentati in maniera chiara. Se si attenziona bene la parola «digitale», si può osservare che deriva dall’inglese digit, che significa “cifra”, “numero” ed ecco che si arriva all’introduzione del concetto della codifica del testo. La codifica del testo diventa lo strumento necessario per rendere comprensibili al com- puter le varie informazioni emesse, poiché le uniche entità che esso è in grado di comprendere e manipolare sono appunto i numeri: lo 0 e 1, 12

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi