Skip to content

Sostenibilità e destinazioni turistiche: quali sfide?

L’obiettivo principale dell'elaborato è quello di cercare di comprendere in che modo è possibile fare turismo sostenibile, a partire dalle aree naturali protette fino ad arrivare alle destinazioni turistiche di massa, ponendo l’accento su come è cambiato l’atteggiamento della popolazione – italiana e non – nei confronti del tema della sostenibilità e della responsabilità e su quali importanti iniziative sono state realizzate in tal senso nel corso del tempo, e in particolare negli ultimi anni.
L’elaborato si compone di quattro capitoli. Nel primo, viene innanzitutto fatto un approfondimento relativamente al fenomeno turistico e alla sua evoluzione storica; successivamente, si cercherà di dare una definizione di “turista” – che sarà studiato in quanto consumatore -, analizzando in particolar modo chi è il turista contemporaneo e cosa ricerca da una destinazione. In questo contesto, verranno trattati i temi di turismo alternativo – in contrapposizione al turismo di massa –, sviluppo sostenibile e ricerca dell’autenticità.
Il secondo capitolo – che peraltro dà il nome all’elaborato - invece, cerca di dar voce alle numerose sfide che le destinazioni turistiche di massa devono affrontare prima di poter essere effettivamente riconosciute come sostenibili. In questo senso, si parlerà di alcune iniziative messe in atto dai vari Stati europei a favore della sostenibilità, e verrà introdotto il concetto di “carico turistico”, di fondamentale importanza.
Il terzo capitolo, poi, riporta tutta una serie di esempi di destinazioni turistiche – principalmente italiane ed europee - che hanno saputo realmente implementare al loro interno delle buone pratiche di turismo sostenibile, prime tra tutte Rimini e Calvià, divenute degli esempi di destinazioni turistiche di massa in cui è possibile anche praticare e supportare la sostenibilità.
Infine, il quarto capitolo si concentra su come è cambiata negli ultimi anni la consapevolezza della popolazione italiana circa la sostenibilità e il turismo sostenibile, grazie anche alla realizzazione di importanti progetti che stanno mettendo sempre più al loro centro questa importante tematica.
Inoltre, si è cercato di analizzare quali sono le tendenze “green” del momento, e come potrebbe cambiare lo scenario nei prossimi anni, in un futuro che è stato definito come “neanche troppo lontano”.
Le motivazioni che stanno dietro a questo lavoro sono da ricercare – senza dubbio – nel grande interesse provato non solo per l’argomento “turismo”, ma anche e soprattutto per il tema della sostenibilità, oggi estremamente attuale e destinato ad evolversi e a svilupparsi sempre più, anche alla luce del recente “fenomeno Greta”.
Grazie alla presente trattazione, è stato possibile portare alla luce numerosi aspetti molto interessanti relativi al turismo sostenibile, e alla sostenibilità in senso più ampio, e soprattutto è stato possibile ragionare su quale andamento essi potrebbero prendere in futuro - anche in considerazione della situazione odierna relativa alla pandemia da Covid-19, di cui il settore turistico ha fortemente risentito, molto più di tanti altri.
A tal proposito, si è ipotizzato che, proprio per via delle conseguenze portate dalla pandemia, prossimamente il turismo sostenibile possa divenire sempre più meta privilegiata di turisti alla ricerca di destinazioni lontane da assembramenti e a stretto contatto con la natura, nelle quali sia attuabile vivere nel modo più sano e sereno possibile. Inoltre, è anche stata avanzata l’ipotesi concernente il fatto che in uno scenario del genere, sarà sempre più importante elaborare nuovi modelli strategico-gestionali in grado di coniugare da un lato le nuove esigenze dei turisti-consumatori, e dall’altro quelle delle stesse destinazioni turistiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Alla base di questa interessante analisi, vi è lo studio del tema della sostenibilità, declinata nei suoi molteplici aspetti, con particolare riferimento al settore turistico. L’obiettivo principale è quello di cercare di comprendere in che modo è possibile fare turismo sostenibile, a partire dalle aree naturali protette fino ad arrivare alle destinazioni turistiche di massa, ponendo l’accento su come è cambiato l’atteggiamento della popolazione – italiana e non – nei confronti del tema della sostenibilità e della responsabilità e su quali importanti iniziative sono state realizzate in tal senso nel corso del tempo, e in particolare negli ultimi anni. L’elaborato si compone di quattro capitoli. Nel primo, viene innanzitutto fatto un approfondimento relativamente al fenomeno turistico e alla sua evoluzione storica; successivamente, si cercherà di dare una definizione di “turista” – che sarà studiato in quanto consumatore -, analizzando in particolar modo chi è il turista contemporaneo e cosa ricerca da una destinazione. In questo contesto, verranno trattati i temi di turismo alternativo – in contrapposizione al turismo di massa –, sviluppo sostenibile e ricerca dell’autenticità. Il secondo capitolo – che peraltro dà il nome all’elaborato - invece, cerca di dar voce alle numerose sfide che le destinazioni turistiche di massa devono affrontare prima di poter essere effettivamente riconosciute come sostenibili. In questo senso, si parlerà di alcune iniziative messe in atto dai vari Stati europei a favore della sostenibilità, e verrà introdotto il concetto di “carico turistico”, di fondamentale importanza. Il terzo capitolo, poi, riporta tutta una serie di esempi di destinazioni turistiche – principalmente italiane ed europee - che hanno saputo realmente implementare al loro interno delle buone pratiche di turismo sostenibile, prime tra tutte Rimini e Calvià, divenute degli esempi di destinazioni turistiche di massa in cui è possibile anche praticare e supportare la sostenibilità. Infine, il quarto capitolo si concentra su come è cambiata negli ultimi anni la consapevolezza della popolazione italiana circa la sostenibilità e il turismo sostenibile, grazie anche alla realizzazione di importanti progetti che stanno mettendo sempre più al loro centro questa importante tematica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Di Giacomo Pepe
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Management ed economia
  Corso: Direzione d'impresa, marketing e strategia
  Relatore: Maria Cristina Martinengo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi