Skip to content

Le soluzioni organizzative adottate dagli operatori di telefonia mobile per lo sviluppo dell'Umts

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Infantino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari
  Relatore: Maurizio Decastri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

Perché l'avventura di IPSE è fallita? Perché invece H3G sarà la prima a lanciare l'UMTS? Come stanno costruendo i futuri operatori mobili l'internet mobile ad alta velocità e i servizi innovativi che l'UMTS promette? Quali saranno i fattori di successo?
Questo lavoro cerca di rispondere a queste e ad altre domande, analizzando in profondità come i principali operatori di telefonia mobile già attivi sul mercato con una propria offerta, cioè TIM, WIND e OMNITEL-VODAFONE, e i due nuovi operatori, IPSE e H3G, si sono organizzati per realizzare e lanciare l'UMTS sul mercato e prende spunto da una serie di interviste che ho personalmente condotto tra Luglio 2001 e Marzo 2002 presso diversi operatori di telefonia mobile a varie persone provenienti sia dall'area Risorse Umane che da aree più operative di queste società.
Il lavoro cerca di affrontare un argomento poco esplorato dalla letteratura relativa all'UMTS. Quest'ultima si focalizza infatti soprattutto su aspetti tecnologici o sull'analisi del mercato e degli scenari futuri, mentre invece trascura tutti quei meccanismi organizzativi, gestionali e culturali che hanno permesso alle società di telefonia mobile e alle persone che lavorano al suo interno di realizzare concretamente l'UMTS e tutti quei servizi di comunicazione avanzata a carattere multimediale (Multimedia Mobile Message, Videofonia, Servizi di Localizzazione, ecc,) che questa tecnologia renderà possibili.
La prima parte della tesi analizza come cambierà il settore della telefonia mobile e il business degli operatori mobili, partendo anzitutto da un'analisi della complessa tecnologia UMTS e di tutti i suoi vantaggi rispetto agli standard precedenti (TACS, GSM, WAP, GPRS). Analizzo poi il mercato della telefonia mobile italiano, le nuove strategie degli operatori di telefonia mobile, i nuovi business models e come più in generale cambierà la ''mobile value chain''. Nei capitoli successivi a quelli iniziali analizzo l'organizzazione, la storia, i meccanismi di gestione delle risorse umane e le diverse culture aziendali prima di TIM, poi di WIND, di OMNITEL, di H3G e di IPSE.
La seconda parte della tesi è invece dedicata a dimostrare come la maggiore complessità, incertezza e pressione sui risultati che l'UMTS ha determinato, abbia modificato fortemente la organizzazioni degli operatori di telefonia mobile.
Il Project Management è stata la risposta organizzativa scelta dagli operatori mobili che già operavano sul mercato, TIM, WIND e OMNITEL, per gestire il difficile processo di realizzazione dell'UMTS, per quanto riguarda invece i nuovi operatori, H3G e IPSE 2000, la necessità di avvalersi di una pluralità di know-how e competenze complementari per sviluppare un prodotto complesso come l’UMTS ha spinto invece in questo caso i vari soggetti interessati all’UMTS a costituirsi in forma di consorzio prima e di joint-venture una volta ottenuta la licenza UMTS.
La parte finale della tesi analizza come questi due meccanismi cooperativi, il Project Management e le Joint Ventures, siano stati utilizzati dagli operatori di telefonia mobile, evidenziandone i problemi e i vantaggi che la loro introduzione ha determinato nell'organizzazione delle società di telefonia mobile italiane.
Nella sezione ''Altri documenti'' troverete anche la presentazione in Powerpoint che ho tenuto in occasione della mia discussione di laurea.
Da questa tesi è poi uscito un articolo pubblicato sul numero di Ottobre 2002 della rivista WIRELESS dal titolo ''Joint venture: successi e fallimenti. I casi IPSE e H3G''.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
VII PREFAZIONE L’evoluzione del settore delle telecomunicazioni mobili, dal punto vista delle tecnologie, dei servizi e dei modelli di business, che si è verificata negli ultimi anni e l’introduzione del sistema UMTS hanno imposto alle società di telecomunicazioni mobili italiane ripensamenti così profondi del proprio modo di organizzarsi, da poter essere visti come una vera e propria rivoluzione. Tali ripensamenti vanno a influire oltre che sull’organizzazione di queste società, anche su quel nucleo di valori fondanti che costituiscono le culture d’impresa. Questa tesi vuole appunto analizzare come le società di telecomunicazioni mobili italiane abbiano modificato (o costruito nel caso dei nuovi operatori mobili che entreranno nel mercato UMTS) la loro organizzazione per rispondere alla complessità e alle nuove sfide che l’introduzione della tecnologia UMTS genererà, sia sotto il profilo degli aspetti tecnologici, delle strategie, del modello di business che del mercato. E’ questo un argomento poco esplorato, dato che la letteratura relativa all’UMTS e allo sviluppo del mercato delle telecomunicazioni sembra privilegiare una trattazione molto settoriale e tecnicistica, concentrandosi quasi esclusivamente su aspetti tecnici o sull’analisi di mercato e degli scenari futuri, trascurando invece i meccanismi organizzativi e culturali, i modelli di gestione e gli aspetti di organizational learning, che hanno permesso alle società di telecomunicazione di integrare le diverse competenze specialistiche e quella pluralità di attori interni e esterni all’azienda necessari alla realizzazione dell’UMTS e di tutti quei servizi innovativi di comunicazione avanzata che questa tecnologia permetterà. Le pagine che seguono contengono alcune riflessioni su questi aspetti ed utilizzano i dati e le informazioni raccolti nel corso di convegni specifici e di una serie di interviste a più persone provenienti dalle principali società di telefonia mobile italiane.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

h3g
ipse
joint ventures
omnitel
telecomunicazioni mobili
tim
wind
telefonia mobile
umts
operatori telefonici
organizzazione aziendale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi