Skip to content

Un'altra politica? La politica al femminile

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Merighi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Costantino Cipolla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

La parte teorica è suddivisa in quattro capitoli, all'interno dei quali sono stati introdotti e discussi alcuni concetti ed argomenti - come quello di genere, di identità femminile, di ruoli e rapporti di genere così come sono stati interpretati dalle scienze sociali, oltre il contesto storico e sociologico di riferimento ed il concetto di partecipazione politica femminile - che fungono da quadro di riferimento e chiave di lettura alla comprensione della parte empirica, composta, oltre che dalla parte metodologica, anche dall'elaborazione delle interviste e dalle relative conclusioni.
Due sono gli scopi fondamentali di questa ricerca: da una parte si è voluto individuare ed indagare la differenza nel modo di vivere l'impegno politico e di confrontarsi con le problematiche ed il linguaggio presenti in sede istituzionale fra uomini e donne e dall'altra si è voluto verificare come e cosa è cambiato nel modo di fare politica delle sole donne. In tal senso, sono stati composti due campioni estratti dalla popolazione femminile eletta nei Comuni della Provincia di Ravenna: il campione 1 relativo al decennio 1946-56 ed il campione 2 relativo agli anni 1985-96. I due campioni sono poi stati analizzati per mezzo dell'intervista semi-strutturata costruita sulla base di otto aree di indagine da ''riempire'': percorso politico; motivazioni all'impegno; impatto con l'ambiente istituzionale, problemi incontrati; rapporti con i/le colleghi/e; percezione di una differenza nel modo di fare politica fra donne e uomini; rapporto vita privata-impegno politico; bilancio dell'esperienza.

Principali risultati raggiunti:
L'impegno politico-amministrativo è considerato e vissuto dalle donne dei due campioni come possibilità di porsi al servizio degli altri, della collettività. Le donne sembra mostrino maggior concretezza, funzionalità operativa ed empatia nel momento in cui devono confrontarsi con le problematiche ed il linguaggio dell'ambiente politico rispetto ai colleghi uomini; le donne delle generazioni più recenti sembra mettano in atto un atteggiamento più individuale - nel momento in cui agiscono in sede politica nei confronti dei colleghi uomini - vale a dire meno legato ad un senso di appartenenza forte al proprio gruppo di genere come invece mostrano più marcatamente le donne del campione 1. Le donne del campione 2 dimostrano inoltre di attuare la pluripresenza compatibile come concezione e strategia di vita per riuscire a conciliare aspetti esistenziali fra loro differenti, come la famiglia, gli affetti, il lavoro, il tempo per sè e naturalmente l'impegno politico, mentre le intervistate del campione 1 sembra abbiano vissuto le loro esperienze di vita (fra cui quella politica) in senso più univoco e meno giocato su piani esistenziali e di significato fra loro diversi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questa ricerca nasce dall'esigenza di conoscere in modo più approfondito un aspetto spesso trascurato dagli studi sociologici sulla condizione femminile, quello del rapporto fra donne e partecipazione politica. Dal punto di vista epistemologico, si vuole inserire questo lavoro all'interno di quel filone di studi che ha individuato nel concetto di pluripresenza compatibile quella specifica caratteristica delle soggettività femminili che fa emergere la differenza con l'altro rilevante, vale a dire l'uomo. (Cipolla, 1994). Mentre la riflessione teorico-empirica qui accennata si è occupata di numerosi ambiti di vita in cui le soggettività femminili esprimono la propria specificità di genere, come il lavoro extra-domestico, la maternità, il tempo per sé, ecc., questa tesi ha cercato di dare un contributo, seppur parziale, all'analisi più dettagliata di uno di questi ambiti, quello dell'impegno politico a livello degli enti locali. Ora, la ricerca si divide in due parti: la prima funge da quadro di riferimento teorico generale ed introduce quindi la seconda parte che è invece strettamente empirica (si riferisce perciò ad un contesto di riferimento socio-culturale e politico ben definito). La prima parte si suddivide a sua volta in quattro capitoli. Nel primo si fornisce prima di tutto una definizione del concetto di genere ed una breve storia di come questo termine è stato introdotto ed utilizzato all'interno degli studi sulla condizione femminile, con un riferimento specifico al contesto accademico italiano. All'interno dello stesso capitolo si introduce anche il concetto di identità di genere presentando quegli autori (tra cui S. Freud, N. Chodorow, C. Gilligan, L. Cavarero) che hanno tentato di analizzare e spiegare il modo in cui uomini e donne, riflettendo sul loro corpo sessuato e percependo la propria diversità sessuale,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donne
politica
condizione femminile
rapporti di genere
identità femminile
politica femminile
impegno politico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi