Skip to content

''Aggiornamenti Sociali'' 1950-1963: un percorso attraverso i cambiamenti politico-sociali negli anni della ricostruzione e del boom economico

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Selmi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Daniela Saresella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 334

Il lavoro è incentrato sull'analisi delle quattordici annate, che vanno dal 1950 al 1963, della rivista mensile "Aggiornamenti Sociali". Si tratta di una pubblicazione di area cattolica, moderata e progressista, che sul finire degli anni cinquanta decide di appoggiare l'apertura a sinistra proposta da alcune correnti democristiane come soluzione dell'immobilismo politico. Sono stati presi in considerazione esclusivamente gli articoli che si occupano di politica interna e di problemi del lavoro (sindacalismo, CISL, ACLI, rapporti tra CISL e CGIL ecc.). Questo perché i redattori, tutti gesuiti del Centro Studi Sociali di Piazza San Fedele a Milano, si dimostrano particolarmente attenti alle esigenze della nuova società industriale e delle masse in difficoltà. Nelle riflessioni di alcuni di questi gesuiti si trovano spunti importanti per meglio comprendere un periodo storico, gli anni cinquanta, troppo spesso trascurato. La straordinaria modernità dell'analisi politica e sociale della rivista va ben al di là dell'appartenenza ad una certa area culturale o del sostegno, per altro mai negato dalla redazione, al partito democristiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Aggiornamenti Sociali: alla ricerca della modernità Il 10 ottobre del 1949, il Superiore Generale dei gesuiti, padre Jean- Baptiste Janssens eman� la sua �Istruzione sull�apostolato sociale�, un documento con il quale s�invitavano i rappresentanti della Compagnia a concentrare le proprie forze nell�azione sociale, tenendo presente le crescenti difficolt� d�interpretazione che la societ� di massa portava con s�. La questione non era di poco conto, si trattava di un cambiamento d�indirizzo fondamentale per i gesuiti, del tentativo di entrare in �diretto contatto con i problemi della societ�, affrontati nella dimensione pi� quotidiana e pi� ruvida� 1 ; veniva in parte abbandonato l�astrattismo intellettuale in favore di un impegno concreto, altamente competente, nell�analisi sociale e nella comprensione del mondo moderno. A Milano, in quegli anni, era gi� attivo il Centro di Studi Sociali San Fedele, fondato nel 1946 e gestito dai gesuiti: esso intendeva dare un valido contributo alla rinascita democratica del paese, dopo il dramma della dittatura e della guerra, in particolare attraverso la sua attivit� culturale 2 . Fu proprio in quest�ambito che nacque, nel gennaio del 1950, Aggiornamenti Sociali, una rivista che, dal capoluogo lombardo, desiderava far sentire la propria voce, in contrasto con gli �indirizzi geddiani� della romana Orientamenti Sociali 3 , ma soprattutto fornendo ai propri lettori le indicazioni per analizzare la societ� contemporanea attraverso la dottrina sociale della Chiesa. In questo senso i gesuiti 1 A. FERRARI, Clero e società di massa. Il Centro di Studi Sociali San Fedele di Milano (1950- 1960), in “Orientamenti Sociali”, a. I, 1980, n. 8, p. 110. 2 Scrive a tal proposito Alberto Monticone: “ Da parte loro i padri di San Fedele avevano già progettato di applicare la dottrina sociale della Chiesa alla società italiana, fornendo gli strumenti culturali per agevolare la costruzione di una democrazia aperta alle necessità popolari e libera da tendenze stataliste ed autoritarie” (p.286). Cfr. A. MONTICONE, “Aggiornamenti Sociali” nella storia della Chiesa e della società in Italia, in “Aggiornamenti Sociali”, a. LI, 2000, n. 4, pp. 286- 298. 3 Vedi A. FERRARI, Fede e trasformazione socioculturale, in AA.VV., Storia di Milano, vol. XXVI, tomo II, Istituto della Enciclopedia italiana, Roma 1996, p. 607-621.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi