Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

La Knesset approva una nuova legge elettorale

19 marzo 1992

La legge costituzionale approvata dalla Knesset israeliana, che sarà applicata per la prima volta nelle elezioni politiche del maggio 1996, si ispira di fatto al modello neoparlamentare duvergeriano del 1956, prevedendo l'elezione diretta di un Primo Ministro in un eventuale doppio turno elettorale con ballottaggio.
A differenza però dell'elaborazione di Duverger, si notano due varianti che indeboliscono la forza razionalizzatrice del modello. In primo luogo, per l'elezione della Knesset, contemporanea al primo turno del voto per il premier, è mantenuto il vigente sistema elettorale proporzionale puro (con sbarramento dell'1,5% nel collegio unico nazionale) invece dei collegi uninominali maggioritari immaginati da Duverger o comunque in luogo di correzioni de-proporzionalizzanti sotto forma di premi e/o sbarramenti.
In secondo luogo si prevede, in modo alquanto contraddittorio con l'elezione diretta, che vi sia entro 45 giorni dalla pubblicazione dei risultati delle elezioni, un passaggio parlamentare con la presentazione del gabinetto, la divisione dei
compiti tra i vari ministri e le linee di fondo della politica governativa. Se tale passaggio non è affrontato con successo si procede a nuove elezioni per il Parlamento e per il premier.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Finisce la Guerra d'Algeria
  Evento successivo

L'unificazione amministrativa del Regno d'Italia