Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Un colpo di stato rovescia il governo di Idígoras Fuentes

31 marzo 1963

Il Presidente del Guatemala Idígoras Fuentes, viene rovesciato da un colpo di Stato perpetrato dal Colonnello Enrique Peralta Azurdía, suo ministro della Difesa, e appoggiato dalla Cia, perché Idígoras ha manifestato la volontà di dare corso al corretto svolgimento delle elezioni previste per dicembre.
La Cia teme che l'esito dia la vittoria all'ex–Presidente Arévalo, appena tornato in patria, protagonista del rovesciamento di Jorge Ubico e che, sebbene non sia comunista, è comunque considerato ancora troppo a sinistra dagli Stati Uniti, che quindi ritengono di non poter permettere che ciò accada.
I Servizi Segreti nordamericani approfittano, quindi, del sorgere di una nuova classe, quella dei militari arricchiti, che si identificano oramai non solo con l'oligarchia governativa ma anche con la classe dei proprietari terrieri, classe della quale i nordamericani si fidano maggiormente, per scongiurare definitivamente qualsiasi tentativo di ritorno "all'interludio democratico" del 1944.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Mussolini cerca di dissuadere Hitler dalla campagna razziale
  Evento successivo

Il nuovo ordinamento dell'amministrazione della P.S.