Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Charles Dow introduce l'indice Dow Jones Industrial Average

26 maggio 1896

Charles Dow, fondatore della Dow Jones & Company, introduce l'indice Dow Jones Industrial Average (DJIA).
Il Dow sarà ripetutamente aggiornato durante gli anni per riflettere i cambiamenti nell'industria americana. Dalle prime 12 azioni del 1896, esso sarà incrementato a 20 azioni nel 1916, per poi esser portato a 30 azioni nel 1928.
Il DJIA è calcolato inserendo nell'indice i prezzi dei 30 titoli azionari e dividendoli per un divisore speciale. Poiché i prezzi sono tutti sommati e il peso con cui ogni prezzo partecipa alla formazione dell'indice è uguale a 1, il DJIA è un indice price weighted.
Poiché l'indice dipende dall'ammontare di dollari provenienti dalla somma di tutti i prezzi delle azioni, non riflette la variazione percentuale del prezzo di un'azione. Per esempio, possiamo avere un'azione che raddoppia il suo prezzo da 1$ a 2$ da un lato; e un'azione che varia il suo prezzo da 100$ a 101$ dall'altro. Nel primo caso, il titolo è incrementato del 100%, mentre nel secondo caso, un'azione è incrementata dell'1%. Per il DJIA, entrambe le variazioni di prezzo hanno lo stesso effetto sull'indice, perché il valore dell'indice dipende dalla somma dei prezzi, non dalla percentuale di variazione dei prezzi delle singole azioni. Perciò, per evitare "distorsioni" dell'indice, il divisore deve variare per adeguarsi alle variazioni dei prezzi ed a i frazionamenti azionari (stock split e stock dividend), i quali a loro volta incidono sui corsi azionari.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Oscar Luigi Scalfaro eletto Presidente della Repubblica
  Evento successivo

Firmato il Trattato che istituisce la Ced