Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi d'impresa tra regole ed orientamenti etici

Questo lavoro propone in primo luogo un'analisi delle patologie aziendali, in particolare nell'ottica dell'Approccio Sistemico Vitale,che ci consente una chiave di lettura alternativa del fenomeno della crisi dell'impresa nell'ottica della sopravvivenza. Da qui, il particolare riferimento al turnaround, quale scelòta strategica per il ripristino della normalità in seguito alla crisi ma sopratutto quale opportunità di sviluppo dell'impresa in seguito alla patologia. Un particolare riferimento va, poi, a quella che ho analizzato coem una particolare e innovativa scelta strategica delle imprese per affrontare una crisa ma sopratutto per prevenirla e cioè la ricerca costante di un equilibrio tra pressioni e influenze esercitate dagli stakeholder dell'impresa e orientamento etico della stessa. Da qui l'importanza degli organi di governo d'implementare un sistema di Governance che consenta all'impresa di interagire soltanto con gli stakeholder che non soltanto sono in grado di incrementare la sopravvivenza dell'impresa, ama che sono anche disposti a condividerne l'orientamento etico, alimentando così l'etica dell'intero sistema, in un ottica di prevenzione dei dissetsi aziendali.

Mostra/Nascondi contenuto.
III Premessa L’emersione, in misura più evidente negl’ultimi decenni, dei fenomeni di crisi d’impresa, ha concentrato l’attenzione degli studi economici-aziendali, sui risanamenti aziendali. In particolare in questo lavoro, vuole farsi un’analisi, oltre che delle cause che determinano le patologie aziendali, siano esse declini o anche crisi in senso stretto, del diverso approccio che le imprese hanno acquisito negli anni, quale reazione alle crisi. Si vuole concentrare, innanzitutto l’attenzione, sulle procedure di risanamento che garantiscono in ogni caso la continuità dell’attività aziendale. La strada quindi scelta dalle imprese è quella di rispondere alle minacce esterne, attuando delle strategie originali di risposta, con la consapevolezza di un dato di fatto importante e cioè che attualmente la crisi non può definirsi sempre come evento assolutamente imprevisto.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Mariarosa Rosato Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3187 click dal 02/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.