Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia dei Porti: tra evento televisivo e marketing territoriale

“Hai mai provato la sensazione sconcertante del mal di mare in terraferma? chiede ironico F.
Semplicemente rimani se puoi, parti se devi. risponde serio C.
In superficie questo è poco più di uno scambio di battute tra amici. Sotto quella sottile zona liminare tra il quotidiano e l'extra-ordinario c’è una ricca, struggente, controversa immaginazione nonché accumulo di pensieri, parole che riguardano il tema del Viaggio.
A partire da un’idea di VIAGGIO come metafora di vita essenziale, ci si può imbattere dopo, e quasi per caso, in un viaggio vero e proprio, passando così dalla pura riflessione alla messa in pratica.
Da un interesse di tipo antropologico e letterario a questo tema, o di quello che si potrebbe chiamare Attraversamento, si è approdati ad uno studio di taglio sociologico, il cui punto focale non è stato più il Viaggio in senso lato, quanto la figura del forestiero stricto sensu, e di tutto l’universo che lo riguarda e che oggi è catalogato sotto il “capitolo” TURISMO.
Il cerchio si è chiuso, infine, abbracciando il cuore di un percorso di studi: un punto di vista legato al marketing ed alla promozione territoriale.


Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questa ricerca è iniziata ufficialmente in Gennaio 2004, quando ho maturato l’idea di coniugare i miei studi con la mia esperienza vissuta e, avendone fatto partecipe la professoressa Montani, ho avuto da lei il sostegno e l’approvazione di cui avevo bisogno per il mio progetto. Di lì è partita la messa in opera, nonché il lavoro di ricerca e reperimento di tutti gli strumenti necessari. Ma, di fatto, essa era cominciata ancor prima, il 24 Maggio 2003, quando mi sono imbarcata su Grenadines, una barca a vela modello Comet 38 piedi, alla volta di un viaggio di due mesi lungo le coste del Tirreno. Per trovare, però, le radici del mio interesse al tema del VIAGGIO e, di quello che io amo chiamare ATTRAVERSAMENTO, sento di dover tornare ancora un passo indietro e di far riemergere, da sotto uno strato impolverato di altri libri di studio, un Ulisse che da Omero a Joyce ritrovai poi in Geertz, Bateson ed anche in Simmel, certamente su livelli differenti ma in parte assimilabili, e nelle lezioni di “voierismo” del professore Canevacci, alla ricerca di un “farsi sguardo”, con la tensione verso un “farsi vedere”. A partire da un’idea di VIAGGIO come metafora di vita essenziale nonché, a ragione, “iper - inflazionata” nella storia della letteratura e della filosofia nel mondo, mi sono imbattuta dopo, e quasi per caso, in un viaggio vero e proprio, passando così dalla pura riflessione alla messa in pratica. Riprendendo il filo del discorso quindi, da un interesse di tipo antropologico e letterario al tema del VIAGGIO, il 24 Maggio 2004, come accennato, si è inaspettatamente concretizzata per me la possibilità di accostarmi ad una esperienza personale, per poi approdare, una volta stimolato ed avviato l’interesse, ad uno studio di taglio sociologico, il cui punto focale non è stato più il 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Paola Savona Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 881 click dal 04/09/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.