Skip to content

Privacy e tecnologia: uno sguardo ai sistemi italiano e statunitense

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Giacobone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Barbara Pozzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

A fronte di un'aumentata sensibilità da parte delle Istituzioni a riguardo di nozioni quali riservatezza ed ancor più privacy, si propone un percorso comparativo della diversa risposta dei sistemi giuridici e sociali degli Stati Uniti d'America, d'Europea e d'Italia agli stimoli ed i problemi proposti dall'evoluzione tecnologica avvenuta da inizio secolo sino alla rivoluzione legata alla Rete Internet.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE. La radicale trasformazione della società e delle relazioni tra individui a cui si è assistito nell’ultimo secolo e mezzo è senza dubbio da attribuire ad una esponenziale evoluzione della scienza e della tecnica. Invenzioni quali la stampa, il telefono, il fonografo, la macchina fotografica, la radio, e quant’altro le menti degli uomini sono state in grado di concepire, hanno profondamente rivoluzionato i rapporti tra individui, creando così una società in continuo movimento, dove valori e comportamenti sorti in risposta a certe condizioni materiali, debbono immediatamente essere rimessi in discussione, in risposta agli incalzanti stimoli di una evoluzione tecnologica che non accenna a rallentare la sua corsa. In questo travagliato scenario, dove la resistenza al cambiamento presenta risvolti spesso drammatici, la natura umana si è rivelata come non mai immutabile in quelli che sono i suoi tratti fondamentali, ancorati nel nostro codice genetico e portati alla luce nelle loro più diverse sfumature da tutti coloro i cui studi riguardano in ultima analisi l’uomo. Proprio dal confronto tra questi elementi monolitici (e le aspirazioni che essi generano nell’uomo), e la realtà che ci circonda, plasmata nelle forme più variegate dall’inarrestabile svolgersi della rivoluzione tecnologica, sorgono poi quelle sovrastrutture, tra cui il diritto, che, attraverso il contemperamento di opposti interessi, ed il regolamento delle relazioni, nella loro sostanza tendono a provvedere alla salvaguardia di quelle aspettative che scaturiscono da elementi intrinseci alla natura umana. Nella nostra indagine ci occuperemo in particolare del confronto con la tecnologia che riguarda una di queste aspirazioni, restia ad un preciso inquadramento, ma che per esigenze espositive, chiameremo Riservatezza, o nel suo non sempre corrispondente corrispettivo inglese, Privacy 1 . Infatti, è là dove l’epidemia tecnologica ha rivelato uno dei suoi primi focolai, ovvero negli Stati Uniti d’America, che il confronto si è reso evidente, in forma di antagonismo, e si è concretizzato in quello che può essere considerato il punto di partenza per ogni riflessione a riguardo di una moderna costruzione giuridica del concetto di privacy nella cultura nord-americana: l’articolo pubblicato nel 1890 nella nota rivista giuridica Harvard Law Review ad opera di Samuel D. Warren e Louis D. Brandeis con il titolo “The right to Privacy. The Implicit Made Explicit”. 1 Diane Leenheer Zimmerman, in False Light Invasion of Privacy: The Light that Failed, New York University Law Review, vol. 64, 1989 pag. 364 afferma: “La frase “a right to privacy” così come utilizzata in ambito legale ha tanti significati quante sono le teste di Idra”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi