Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione della Qualità in ambito scolastico

Il tema della Qualità ha assunto sempre maggiore importanza nella realtà aziendale, sulla base della consapevolezza che la Qualità Totale è ormai un imperativo non solo per vincere la concorrenza, ma anche per un ordinato sviluppo dell’attività produttiva e per l’eliminazione di oneri ingiustificati derivati da sprechi e errori. Questa situazione ha portato alla nascita di un movimento per la Qualità di portata mondiale, da cui è derivata la normativa della Qualità, le ISO 9000, una vera e propria rivoluzione, che ha portato alla spinta verso la certificazione del Sistema di Qualità aziendale, ormai uno dei temi dominanti di aziende di ogni settore e dimensione. Occorre quindi che le Direzioni Aziendali si impegnino a sviluppare, dentro le organizzazioni, uno spirito di squadra in cui ogni componente fornisca un contributo personale al raggiungimento dell’obiettivo del Progetto Qualità.

Nella trattazione si è partiti dall’analisi dell’evoluzione storica che ha alla fine portato la maggior parte delle aziende odierne ad dirigersi verso un tipo di produzione di più elevato livello qualitativo, comprendendo che ormai è inevitabile per un’impresa che vuole mantenere o ottenere la leadership in un settore, qualunque esso sia, volgere la propria attenzione alla nuova visione. E’ quindi assolutamente necessario abbandonare la ormai obsoleta concezione di un’impresa il cui obiettivo primario è massimizzare il profitto e in cui la Qualità è vista solo come un maggiore costo, per passare ad un’azienda il cui obiettivo principale è soddisfare l’utente finale ed in cui la Qualità non è come un’ulteriore spesa gravante sull’impresa, ma come un investimento necessario per il miglioramento delle prestazioni offerte al cliente, spostando il focus della propria azione su come devono essere svolti i propri processi e sul come prevenire eventuali errori, invece di porre attenzione solo sul come attenersi alle “restrizioni” normative o sul come “superare” l’eventuale ispezione.
La Qualità Totale non deve più essere “sopportata” dall’organizzazione aziendale, ma deve essere vista come fattore di integrazione delle varie parti facenti parte di essa, che permette di lavorare in modo migliore, con minori sprechi ed errori.
Il passo da compiere non è assolutamente immediato, vista la necessaria rivisitazione organizzativa ed i non indifferenti investimenti iniziali che essa richiede, ma, come dimostrato nel lavoro svolto, proprio di investimenti si tratta, e non di costi non recuperabili. Quest’ ultimo tipo di costi infatti sarebbe nettamente superiore se il cliente non fosse soddisfatto o se non si investisse in prevenzione (mancanza di qualità verso l’esterno e verso l’interno).
Il ragionamento che porta a questa conclusione è il seguente. I costi della qualità vengono ridotti grazie al contenimento di due tipologie di costi negativi costituiti da errori interni ed esterni e ciò permette di ridurre i costi di valutazione.
Adottando i costi della qualità per la valutazione delle prestazioni aziendali può logicamente provocare dei costi della prevenzione, ma ciò è logico e non può che essere visto come un investimento da parte della direzione, dato che tali costi porteranno poi a ridurre i costi di valutazione e soprattutto i costi degli errori andando in conclusione a ridurre i costi totali. I benefici saranno quindi progressivi e sensibili tramite l’innesco di un ciclo che tramite l’aumento della prevenzione riduce gli errori interni ed esterni e inoltre elimina la necessità di una valutazione più estesa riducendo i costi.
La seguente riduzione dei costi totali della qualità comporta un incremento del.....

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE In tempi recenti il tema della Qualità ha assunto sempre maggiore importanza nella realtà aziendale, sulla base della consapevolezza che la Qualità Totale è ormai un imperativo non solo per vincere la concorrenza, ma anche per un ordinato sviluppo dell’attività produttiva e per l’eliminazione di oneri ingiustificati derivati da sprechi e errori. Questa situazione ha portato alla nascita di un movimento per la Qualità di portata mondiale, da cui è derivata la normativa della Qualità, le ISO 9000, una vera e propria rivoluzione, da cui è derivata la spinta verso la certificazione del Sistema di Qualità aziendale, ormai uno dei temi dominanti di aziende di ogni settore e dimensione. Occorre quindi che le Direzioni si impegnino a sviluppare, dentro le organizzazioni, uno spirito di squadra in cui ogni componente fornisca un contributo personale al raggiungimento dell’obiettivo del Progetto Qualità. Alla base della certificazione vi è l’esistenza di un adeguato Sistema Qualità le cui funzione è quella di reale garanzia circa la qualità dei prodotti o servizi forniti, grazie al continuo monitoraggio dei processi aziendali, privilegiando la prevenzione piuttosto che il puro controllo, con i conseguenti vantaggi in termini di soddisfazione del cliente, di miglioramento della prestazioni aziendali e dunque, nel complesso, della competitività aziendale. L’andamento degli eventi che scandiscono la storia della scuola induce istintivamente a pensare che essa cresca fronteggiando l’evoluzione dei tempi grazie ad una reattività istintiva e si adegui ai cambiamenti, anche i più repentini, attingendo a risorse adattive inesauribili. L’errore spesso commesso consiste nella tendenza a identificare l’efficacia del servizio scolastico con le qualità intrinseche dei singoli operatori, di quelli didattici in particolare, di cui facilmente si enfatizzano le provvidenziali o mancate doti culturali e umane, salvo ascrivere gli esiti di più ampia portata dell’operato della scuola a variabili contestuali genericamente e ineluttabilmente “assegnate”. La scarsa attenzione verso i complessi meccanismi del sistema scuola e le delicate zone di qualità su cui gli ingranaggi del servizio incidono tende, tra l’altro, a lasciare in ombra i reali fattori di successo o insuccesso della scuola, spesso assimilati in

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Davide Maresca Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4642 click dal 05/05/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.