Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Polifenoli in Dermocosmesi

Quand'è che una pelle può considerarsi vecchia? età anagrafica e biologica coincidono? Ma sopratutto che fare per rallentare il processo?
Tempus fugit: nel bene e nel male questa e' una legge alla quale non possiamo sottrarci.
A cinquant'anni il corpo cambia: inizia la seconda età adulta. E se questo vale per tutti, sicuramente per motivi fisiologici, psicologici e culturali per la donna, tale periodo che coincide con la menopausa, evento fisiologico ineluttabile, può essere più penalizzante.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Polifenoli in Dermocosmesi 4 1. La pelle La pelle, o cute, rappresenta una complicata barriera di separazione tra due mondi affascinanti: quello esterno visibile ad occhio nudo, e quello interno, che può vedere solo il chirurgo. Il tessuto cutaneo è un involucro che, nell’adulto, riveste il corpo per una superficie complessiva di 1,5–2 m 2 . Lo spessore è nell’ordine di 0,5-5 mm, mentre il peso è pari a circa 2 kg. Nell’organismo si distinguono due tipologie di pelle: ‰ una, glabra e spessa, riveste le piante dei piedi e i palmi delle mani, vale a dire le zone soggette a maggiore attrito. Essa è caratterizzata, infatti, da un’elevata resistenza meccanica, nonché da un’alta concentrazione di terminazioni sensitive che danno origine alle sensibilità tattile, dolorifica, pressoria e termica; ‰ l’altra, ricca di peli e sottile, ricopre le restanti parti del corpo ad eccezione delle labbra, che costituiscono una zona intermedia. La cute possiede alcune peculiarità di grande importanza: è resistente agli urti, elastica, impermeabile ai gas e ai liquidi esterni. Allo stesso tempo è traspirante, ovvero in grado di far fuoriuscire liquidi e gas dall’interno del corpo; è autosigillante, poiché riesce da sola a rimarginare ferite e piccoli tagli, e anche fotocromatica: nei soggetti di carnagione chiara, la pelle cambia colore sotto la stimolazione dei raggi ultravioletti.

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Mary Lucy Matarazzo Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4576 click dal 23/05/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.