Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La ristrutturazione geopolitica dell'Africa centrale

La tesi si propone di illustrare le mutate sfere d'influenza e i nuovi ''poteri forti'' che si sono imposti nell'Africa sub-sahariana dalla dissoluzione dell'Urss fino agli ultimi avvenimenti del marzo 1999. Particolare attenzione è stata posta alla rivalità politico-economica franco-americana espressasi soprattutto attraverso le azioni delle loro potenti multinazionali (Elf, Oxy, Exxon oltre l'olandese De Beers p.es.) che si confrontano senza mezzi termini per l'accaparramento delle enormi risorse africane, petrolio e diamanti in testa. In un'ottica di ''Realpolitik'' vengono analizzate le fasi che hanno portato alla guerra che ha sconvolto tutto il centro Africa. Dalla guerra etnica in Rwanda-Burundi alla guerra civile fra Unita e Mpla in Angola (con la partecipazione della De Beers) per portare a quella che ha visto il Congo di Kabila campo di battaglia dei due schieramenti: Rwanda e Uganda da una parte contro Namibia, Zimbabwe e Angola dall'altra. Non poteva mancare una parte dedicata al crescente ruolo di polarizzazione dei ''giganti'' d'Africa: Nigeria e Sud Africa.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 CAPITOLO 1 LA SITUAZIONE GEOPOLITICA IN AFRICA NERA NELLA GUERRA FREDDA 1.1. L’Africa Nera nella Guerra Fredda Gli effetti che la Guerra Fredda produsse nel mondo non mancarono di presentarsi anche in Africa dove, alla rivalità fra le ex potenze coloniali come Francia e Inghilterra, si aggiungeva quella geopolitica ed ideologica tra le potenze del blocco comunista e gli Stati Uniti. In Africa, tuttavia, il ruolo delle potenze straniere non è sempre stato così facilmente individuabile come, per esempio, in Afghanistan o in Vietnam per Urss e Usa, dove la presenza delle truppe sovietiche ed americane era ben visibile. In Africa, al contrario, le maggiori potenze preferivano, nella maggior

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Matteo Calabresi Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6594 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.