Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato editoriale ed il cinema. Il caso ''Nell'Occhio del Ciclope''

Il lavoro consiste nella stesura di un progetto editoriale di un settimanale di informazione cinematografica e la pubblicazione di un progetto web di natura editoriale con i seguenti obiettivi: verificare e analizzare strategie e metodologie che si mettono in atto nella costruzione e nel lancio del prodotto; valutare come due prodotti di natura diversa si accostino e trattino la medesima tematica; identificare le potenzialità della stampa digitale nel mercato attuale. Tema della rivista è il mondo del cinema. Si analizza il mercato dei periodici di cinema, il mercato dei sistemi di informazione e comunicazione e si delinea un profilo di lettura e l'identità del lettore nel mercato italiano.
La ricerca di mercato è stata fondamentale per definire gli elementi del marketing strategico ed operatico e le le leve del marketing mix (prodotto, promozione, distribuzione, prezzo) che sono alla base del lancio del nuovo prodotto.
La stampa è ormai presente nell'area della multimedialità con i siti Internet che hanno conseguito risultati eccellenti in quanto a qualità del prodotto offerto e a quantità del mercato raggiunto. Il vantaggio più importante ottenuto dall'uso delle tecnologie è il consolidamento del rapporto con il lettore. Consolidamento che diventa duraturo se si adottano le giuste politiche di marketing e se si parte dall'idea centrale che creare ambienti relazionali e sinergici tra soggetti diversi che mettano in comune obiettivi, intenti, risorse e strategie, rappresenti un'opportunità strategica indispensabile per affrontare le sfide della complessità e dell'ipercompetizione dei mercati attuali e delle società che questi attraversano.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Nell’odierno panorama mediale e sociale, la tematica cinema appare centrale e costante. Dai quotidiani ad internet, dalle occasioni estemporanee a quelle più culturali, il cinema riscuote ovunque notevole interesse. Parlare di cultura cinematografica è un compito delicato soprattutto se a trattarla è la carta stampata e, oggi ancor più, internet. Da questa considerazione è nato l’interesse per l’argomento proposto in questa trattazione: la stesura di un progetto editoriale di un settimanale di informazione cinematografica e la pubblicazione di un omonimo progetto web di natura editoriale, con gli obiettivi di verificare e analizzare strategie e metodologie che si mettono in atto nella costruzione e nel lancio di un prodotto, nonché valutare come due prodotti di natura diversa si accostino e trattino la medesima tematica; infine identificare le potenzialità della stampa digitale nel mercato attuale. Tema della rivista, quindi, è il mondo del cinema: un’attività economica del tutto speciale, poiché, da un lato produce entertainment per spettatori di tutto il mondo, dall’altro risulta volano di prodotti di natura culturale e sociale, non valutabili con gli stessi parametri di una qualunque altra merce. Quest’ultima riflessione è lo specchio della constatazione che, da sempre, nel cinema, arte e mercato, cultura ed economia, letteratura e spettacolo, si combinano tra loro. Produrre e progettare una rivista è un’attività che richiede un lungo lavoro di ricerca preliminare. Prima di tutto è importante contestualizzare il mercato dei periodici di cinema nel nostro Paese, e per questo uno dei capitoli è dedicato alla loro storia. Non viene trattata tutta l’evoluzione storica, argomento troppo ampio, ma si pone l’accento su alcune riviste importanti, in modo da comprendere come si è arrivati alle testate odierne e alle riviste di editoria multimediale. Attraverso lo studio, l’interpretazione e la visione delle più importanti riviste cartacee e multimediali di cinema si passa dalla “Storia del Precinema”, che si configura come una storia di tecniche e strumenti, alla “Storia del Cinema” ripercorsa attraverso pellicole, macchine da presa, proiettori, sale e schermi. Per definire il mercato attuale, poi, si è voluto dimostrare come vi siano stati numerosi cambiamenti, in particolare negli ultimi anni con l’avvento dell’era digitale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Sociologia

Autore: Marisa Donnini Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1760 click dal 05/10/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.