Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il padre e la vita nascente: un percorso attraverso l'esperienza della gravidanza e del parto

Da ostetrica, ho deciso di trattare il tema della gravidanza vissuta dal papà, perchè negli ultimi anni gli uomini vengono sempre di più coinvolti nel processo della gravidanza e del parto, e di conseguenza rappresentano una presenza sempre più importante con cui chi lavora nell'ambiente prenatale deve confrontarsi.
Inoltre come le donne, gli uomini che intraprendono il cammino verso la genitorialità vanno incontro a profondi cambiamenti psicologici, che vanno indagati e compresi, se si vuol rendere partecipe la coppia nella sua integrità al processo della gravidanza e del parto.
L’esperienza maschile della gravidanza e del parto è quindi ricca e complessa, e si intreccia inevitabilmente con il vissuto della madre.
La tesi è volta ad indagare questo percorso, riportando ciò che risulta dalla letteratura italiana e internazionale, e attraverso l'elaborazione dei risultati di un questionario redatto personalmente da me e distribuito direttamente ai protagonisti: i neopadri.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Nel mio percorso di tirocinio ho avuto modo di confrontarmi molte volte con il vissuto di coppie in gravidanza o di coppie che avevano appena avuto la gioia di diventare genitori. I loro racconti ricordavano i tanti momenti di intensa felicit� che avevano accompagnato la loro esperienza, insieme agli inevitabili, molti, piccoli e grandi problemi che tale gioia sempre comporta. Osservando e ascoltando le esperienze che mi venivano raccontate, � sorta in me la curiosit� �poi divenuta ricerca- di andare ad indagare in particolare la complessa sfera psicologica ed emozionale che caratterizza il diventare padre. In quel periodo mi era capitato tra le mani un interessante libro scritto dallo psicologo americano Jack Heinowitz, dal titolo �Pregnant Fathers�, tradotto in italiano dalla Bonomi come �Il pap� incinto�. Un titolo singolare, che aveva attirato subito la mia attenzione. Leggendo l�introduzione, mi resi conto dell�interessante prospettiva che proponeva: �avevo usato il termine �Pregnant Fathers� non per utilizzare una parola carina o per insinuare che la gravidanza non � prerogativa della sola donna, che il padre dovrebbe essere al centro dell�attenzione durante la gravidanza o che la donna debba concentrare la sua attenzione soprattutto sul partner il quale potrebbe altrimenti sentirsi estromesso dal periodo gestazionale. Tutt�altro, avevo scelto la parola �Pregnant� per gettare luce su una verit� nascosta della quale molte persone, incluso me stesso, non erano per nulla consce e cio� che tutti gli uomini che intraprendono il cammino verso la paternit�, sebbene non siano fisiologicamente incinti, subiscono una profonda trasformazione sia per quanto riguarda la loro personalit� sia per quanto concerne gli enormi cambiamenti di carattere psicologico� Il testo continua: �La mia impressione era che queste dimensioni dell�esperienza maschile dovrebbero essere indirizzate e comprese, altrimenti gli uomini avrebbero

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Silvia Dossi Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10786 click dal 21/11/2005.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.