Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La figura dell'immigrato nella stampa inglese e tedesca. Riflessioni sul concetto di rappresentazione come pratica di costruzione sociale.

Il contenuto di questo elaborato finale rappresenta il risultato di un tentativo di risposta a due precise domande: in che modo il linguaggio mediatico, in particolare quello giornalistico, presenta al fruitore la figura dell’Altro? Il messaggio che in questi casi comunica è obiettivo o viene determinato da fattori esterni?
Tale argomento è stato ampliamente affrontato da importanti autori come R. Fowler, T. A. van Dijk, J. Gatung, M. Rouge, S. Hall (per citarne solo alcuni). Non ci si ripropone infatti di riscrivere in maniera riassuntiva ciò che importanti figure di riferimento hanno già largamente approfondito, ma l’intento è piuttosto rivolto ad una personale concretizzazione degli insegnamenti che ne derivano attraversi un’analisi pratica, di indirizzo linguistico-sociologico.
Questa analisi si è svolta con riferimento ad alcuni particolari articoli, apparsi su quotidiani britannici e tedeschi all’inizio del 2005, aventi come principale referente la figura dell’immigrato.
Per riuscire a raggiungere tale scopo è stato necessario affrontare in via preliminare due tipologie di discorso: un primo tipo comprende la contestualizzazione dei concetti più importanti che si ricollegano al discorso dell’alterità. Si evidenzieranno così elementi come differenza, stereotipo, pregiudizio, razza, razzismo, potere: attraverso una loro sommaria definizione, se ne comprenderà l’importanza all’interno di questo tipo di analisi.
Un secondo tipo di discorso riguarda il concetto di rappresentazione, arrivando così ad analizzare il processo di costruzione dell’immagine, in particolare da un punto di vista linguistico.
Seguono quindi le conclusioni derivanti dall’analisi svolta in riferimento ad articoli di quotidiani britannici e tedeschi, selezionati secondo criteri che verranno evidenziati successivamente.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il contenuto di questo elaborato finale rappresenta il risultato di un tentativo di risposta a due precise domande: in che modo il linguaggio mediatico, in particolare quello giornalistico, presenta al fruitore la figura dell’Altro? Il messaggio che in questi casi comunica è obiettivo o viene determinato da fattori esterni? Tale argomento è stato ampliamente affrontato da importanti autori come R. Fowler, T. A. van Dijk, J. Gatung, M. Rouge, S. Hall (per citarne solo alcuni). Non ci si ripropone infatti di riscrivere in maniera riassuntiva ciò che importanti figure di riferimento hanno già largamente approfondito, ma l’intento è piuttosto rivolto ad una personale concretizzazione degli insegnamenti che ne derivano attraversi un’analisi pratica, di indirizzo linguistico-sociologico. Questa analisi si è svolta con riferimento ad alcuni particolari articoli, apparsi su quotidiani britannici e tedeschi all’inizio del 2005, aventi come principale referente la figura dell’immigrato. Per riuscire a raggiungere tale scopo è stato necessario affrontare in via preliminare due tipologie di discorso: un primo tipo comprende la contestualizzazione dei concetti più importanti che si ricollegano al discorso dell’alterità. Si evidenzieranno così elementi come differenza, stereotipo, pregiudizio, razza, razzismo, potere: attraverso una loro sommaria definizione, se ne comprenderà l’importanza all’interno di questo tipo di analisi. Un secondo tipo di discorso riguarda il concetto di rappresentazione, arrivando così ad analizzare il processo di costruzione dell’immagine, in particolare da un punto di vista linguistico. Seguono quindi le conclusioni derivanti dall’analisi svolta in riferimento ad articoli di quotidiani britannici e tedeschi, selezionati secondo criteri che verranno evidenziati successivamente.

Laurea liv.I

Facoltà: interfacoltà scienze politiche e lettere e filosofia

Autore: Erica Luppi Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3350 click dal 14/02/2006.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.