Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Presenze caraibiche in Gran Bretagna: tra storia ed espressioni artistiche

La storia dell'evoluzione della cultura caraibica in Gran Bretagna attraverso l'esperienza dell'immigrazione e del lungo processo di integrazione della comunità nera. Particolare interesse è posto all'ambito cinematografico e all'analisi delle tematiche principali emerse nella cinematografia Black (Black British Cinema)

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione: Lo studio dello sviluppo dell'immigrazione e della cultura caraibica in Gran Bretagna è stato senza dubbio interessante per diversi motivi: oltre che allo studio fine a se stesso di questa tematica, infatti, ho utilizzato quest'ultima a paradigma dei numerosi flussi migratori che hanno attraversato e stanno ancora attraversando l'Europa negli ultimi cinquant'anni. La scelta è stata tutt'altro che casuale, e dettata innanzitutto da una motivazione cronologica, essendo quello caraibico il primo vero fenomeno migratorio di massa in Europa proveniente da altre aree geografiche. In questo modo ho analizzato dapprima da un punto di vista socio-politico, e in seguito da un punto di vista prettamente artistico, le tematiche emerse considerandole anche in un'ottica di direttrici di sviluppo che potranno nel medio e lungo termine manifestarsi in altre migrazioni coinvolgenti l'Europa. Penso ad esempio al caso dell'immigrazione maghrebina in Francia, o a quello dell'immigrazione turca in Germania, dove si stanno già realizzando gli stessi sviluppi riscontrati nel flusso migratorio oggetto di questo saggio. Da un punto di vista socio-politico infatti, sono sotto l'occhio di tutti le rivendicazioni da parte degli immigrati del Nord Africa in Francia, sfociate nello scorso autunno in una rivolta popolare nelle banlieue parigine che ricorda molto da vicino i riots che hanno coinvolto le principali città inglesi nella prima metà degli anni '80. In Germania invece, dove il flusso migratorio di massa ha avuto inizio due decenni più tardi, negli anni '70, si sta vivendo un periodo di forte discriminazione razziale, quando non di violenza, nei confronti della comunità turca, la più numerosa tra quelle immigrate. Odio e violenza che ricordano molto da vicino la situazione vissuta nel Regno Unito negli anni '50, e sfociata nelle rivolte bianche a Nottingham e a Notting Hill del 1958. Anche in campo artistico, segnatamente in quello cinematografico che ho avuto modo di esplorare con maggiore analiticità, si possono riscontrare nei paesi europei a tasso di immigrazione medio-alto delle linee comuni a quelle trovate in Gran Bretagna e che saranno oggetto della seconda metà del lavoro. L'Italia sfugge al momento a questa categorizzazione, vuoi per l'esiguità 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniele Rurale Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 943 click dal 24/02/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.