Skip to content

Valutazione e Controllo di Polizze Index-Linked

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Fella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze Statistiche ed Attuariali
  Relatore: Gilberto Castellani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

Le polizze index-linked (i-l) sono prodotti di ramo III del settore assicurativo Vita. Nell’ultimo triennio, la raccolta del ramo III ha rappresentato circa il cinquanta per cento dei premi del settore Vita; le polizze i-l a loro volta rappresentano più della metà della raccolta del ramo III (sessantadue per cento nel duemilaquattro, sessantasei percento nei
primi otto mesi del duemilacinque, con una raccolta per 13.342.268 migliaia di euro). Le indicizzazioni delle prestazioni delle polizze i-l sono molteplici e in rapida evoluzione rispetto agli altri tipi di polizze: sono osservabili sul mercato polizze i-l caratterizzate da prestazioni che dipendono da quasi tutti i tipi di opzioni (solitamente europee) esistenti
che possono presentarsi in modo combinato, con l’aggiunta di minimi, massimi e fattori di abbattimento dei rendimenti; inoltre è possibile osservare indicizzazioni che contengono clausole di “conversione” della prestazione (a esempio da “indicizzata” a “deterministica”).
L'“Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo” (Isvap) ha contribuito in modo rilevante all’inserimento in un quadro “regolamentato” delle polizze i-l. Ha affrontato tutti gli aspetti chiave, dalla progettazione, alla commercializzazione, al controllo. In particolare ha dato disposizioni in materia di scelta degli indici azionari e degli altri valori di riferimento; di trasparenza dell’informativa precontrattuale e contrattuale; di sicurezza e negoziabilità degli attivi a copertura delle riserve tecniche. L’obiettivo di questa tesi è lo studio delle polizze i-l dai punti di vista attuariale e finanziario con particolare
attenzione alla valutazione e al controllo dell’attivo sottostante, attraverso: l’individuazione del quadro normativo di riferimento e la definizione delle grandezze necessarie alla valutazione e al controllo delle polizze i-l, dal punto di vista attuariale e finanziario, tra le quali il valore
intrinseco; l’individuazione dei principali obiettivi del controllo dando rilevanza alla significatività dell’analisi separata delle componenti deterministiche e delle componenti aleatorie di un contratto strutturato e analizzando i rischi significativi che derivano dall’investimento in una polizza i-l, sia dal lato dell’assicuratore sia dal lato dell’assicurato;
l’impostazione del problema della valutazione dell’attivo sottostante (procedura di valutazione, lineamenti del modello di mercato, metodo Monte Carlo, valutazione del rischio di controparte); la descrizione del mercato italiano delle polizze i-l nell’ultimo triennio integrata da “esercizi” che tentano di “interpretare” l’evoluzione dei tipi di indicizzazione in relazione all’andamento dei tassi di interesse. A conclusione del lavoro è proposta un’applicazione che analizza un campione di polizze i-l rappresentativo mercato italiano attuale, con il duplice obiettivo di mettere in atto un processo di valutazione ispirato alle disposizioni Isvap e di investigare, attraverso analisi di sensitività, l’effetto sul valore dei parametri caratteristici dei modelli di valutazione utilizzati. Sono stati utilizzati modelli “alla Black e Scholes”, identificati con strutture dei tassi di interesse a pronti risk free, volatilità (e correlazioni) storiche e tassi di dividendo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Le polizze index-linked: aspetti definitori, quadro normativo 1.1 I riferimenti alla normativa In questo lavoro si prenderanno a riferimento principalmente i contributi dell’“Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo” (Isvap). Nel corso dell’ultimo lustro Isvap ha contribuito in modo rilevante all’inserimento in un quadro “regolamentato” delle polizze index-linked. Ha affrontato tutti gli aspetti chiave, dalla progettazione, alla commercializzazione, al controllo. In particolare ha dato disposizioni in materia di scel- ta degli indici azionari e degli altri valori di riferimento; di trasparenza dell’informativa precontrattuale e contrattuale; di sicurezza e negoziabilita` degli attivi a copertura delle riserve tecniche. I documenti di riferimento principali sono le circolari n. 451/D del 2001, n. 507/D del 2003, n. 551/D del 2005. 1.2 Definire una polizza index-linked Le assicurazioni index-linked (i-l) sono forme assicurative solitamente miste e a premio unico. Se non diversamente specificato, nel seguito si parlera` di “polizza i-l” intendendo una forma assicurativa mista, a premio unico (l’assicurato paga un premio unico Π al tempo 0). Si indichi con Ft il valore di mercato al tempo t di un indice di riferimento. Tipicamente, l’indice “misura” andamenti del mercato finanziario (prezzi azionari, tassi di cambio, tassi di interesse), andamenti reali (indici dei prezzi al consumo), andamenti dei prezzi di materie prime. Siano ΦV(0, n) e ΦM(0, n) funzioni prefissate del valore assunto dall’indice di riferimento in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi di sensitività
azioni
black-scholes
caricamento
correlazioni
cox ingersoll ross
embedded value
indicizzazione
lemma di ito
modelli di valutazione
monte carlo
moto browniano geometrico
opzioni quantos
polizze index-linked
processi stocastici
riscatto
riserva
tassi di cambio
tassi di interesse
volatilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi