Skip to content

I nuovi media nella realtà aziendale

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Nocerino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Vincenzo Cappelletti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 172

Cosa sono i nuovi media? E, soprattutto, perché si definiscono “nuovi”? Questo il punto di partenza della prima parte, più monografica e maggiormente inerente all’argomento centrale della tesi.
Dopo aver dato spazio a Moultrhrop e Rogers sulla questione, sono state individuate le caratteristiche peculiari dei nuovi media: multimedialità, digitalizzazione, convergenza, interattività, personalizzazione, ibridazione, virtualità, ipertestualità. Filo rosso che torna più volte nella trattazione è quello di reticolo, come collegamento e condivisione della conoscenza. L’avvento dei nuovi media è collocabile in quella che Fidler ha definito terza mediamorfosi, che consente la sopravvivenza di tre particolari tipi di comunicazione quali: la comunicazione interpersonale, il dominio del broadcast, non più solo radiotelevisivo, oltre ad una nuova centralità del documento, non più racchiuso esclusivamente tra le pagine del libro, ma una sorta di iper-documento, opera di un iper-autore, frutto di un contributo alla conoscenza condivisa.
Prima di entrare nel vivo della trattazione inerente i nuovi media in azienda, era fondamentale soffermarsi su un’analisi di internet in senso generale. Si è partiti dalle origini, quando, lentamente, internet prese una via propria dopo essere nata come Arpanet. La rete ha cambiato struttura, fino a divenire web, con l’utilizzo del protocollo tcp/ip (Trasmission Control Protocol /Internet Protocol), che ha spianato la strada al “www” noto alla moltitudine. I numeri di internet parlano chiaro: la sua diffusione negli anni è stata quasi esponenziale.
Entrando nel tema focale dei nuovi media applicati in azienda, la trattazione ha analizzato questi strumenti in base alla loro applicazione nella comunicazione interna, in quella esterna e nella gestione dei dati. Per la comunicazione interna abbiamo contemplato innanzitutto l’e–learning come forma di addestramento ad eventuali cambiamenti organizzativi, per poi descrivere intranet ed extranet. Non mancano cenni alla nuova telefonia, sempre più importante anche in azienda. Nel caso della comunicazione esterna, particolare rilevanza è stata data alla posta elettronica, e ad un ritorno sul concetto di portale aziendale, con quello di usabilità, per introdurre il discorso sul commercio elettronico in grande espansione soprattutto nel settore alberghiero. E’ stata data attenzione anche alla pubblicità online.
Ultima trattazione è quella inerente la gestione dei dati aziendali attraverso i sistemi informativi.
Questa sezione contiene la maggiore quantità di nozioni tecniche, utili a capire il funzionamento di sistemi informativi indispensabili per la gestione dei dati, una vera e propria ricchezza per l’azienda, componente irrinunciabile per fidelizzare i propri clienti, e mettere in atto il sempre più importante processo definito profilazione del cliente. Proprio in questa trattazione torna con maggiore vigore il concetto di reticolo. Esso è, in realtà, l’azienda stessa, e grazie al contributo dei nuovi media si origina, e diviene veicolo di informazioni. Tramite questa rete, questo insieme di nodi e di relazioni che fa pensare alla stessa internet, le singole menti d’azienda e di quelle dei clienti contribuiscono alla conoscenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE I nuovi media e la comunicazione d’impresa: si tratta di due componenti che, per gli studi da me condotti in questi anni, sono stati spesso un motivo ricorrente, un filo rosso che ha retto con piacevole equilibrio quanto da me appreso in cinque anni di lezioni accademiche. Alla fine del secondo anno ho dovuto scegliere per quale indirizzo continuare: comunicazione di massa o comunicazione istituzionale e d’impresa. Ho optato per la seconda alternativa. La spiegazione di tale scelta è semplice. Faccio il giornalista, ed ho impatto pressoché quotidiano con il mondo dei media di massa, in particolare con quello della stampa. Pur non rigettando gli assunti teorici relativi a questa disciplina, il cui ventaglio di teorie riveste importanza notevole, ho preferito optare per lo studio della comunicazione d’impresa, per poter esplorare un campo che per me era allo stesso tempo nuovo ed affascinante. Procedendo nello studio, e nel lavoro, ho iniziato pian piano a rendermi conto che lo sviluppo dei nuovi mezzi di comunicazione si faceva sempre più ampio ed immanente nelle attività quotidiane che mi riguardavano. Da qui ho iniziato a maturare l’idea di dedicare il mio lavoro di tesi, ultimo passaggio di cinque anni di studio, ai nuovi media collocati nella realtà aziendale, funzionari concreti della comunicazione aziendale. Se per me questo ambito di studio è sicuramente tra i più interessanti, devo riconoscere di essere riuscito a conciliare, tramite la scelta di questa tematica, lo studio della comunicazione di massa con quella d’impresa, dando al mio corso di laurea i meriti e gli apprezzamenti che mi porterebbero a sceglierlo altre mille volte. L’approccio da me usato per questo approfondimento è prettamente teorico e tecnologico, tendente a dimostrare quanto il connubio tra nuovi media e comunicazione aziendale porti giovamento per il lavoro d’azienda, sia a carattere generale, nel senso di snellimento e velocizzazione delle pratiche, sia nell’applicazione di funzioni più specificatamente rivolte alla comunicazione, ormai funzione irrinunciabile in ogni azienda che intende confrontarsi competitivamente con il mercato. Alcune parti della trattazione hanno carattere specificatamente tecnico, altre carattere teorico, altre statistico, altre di riflessione sociologica, o psicologica, altre trattano argomenti semiologici, altre ancora sono a carattere giuridico. La commistione di tali registri argomentativi è voluta quanto indispensabile per le discipline della comunicazione, che sono l’ottima sintesi di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi