Skip to content

Le famiglie ricostituite: un'analisi attraverso il disegno in bambini di scuola elementare

Informazioni tesi

  Autore: Laura Di Fazio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Angelica Arace
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

Negli ultimi anni le relazioni fra le persone, i rapporti sociali e le consuetudini sono cambiate a favore del benessere dell’individuo affinché questi possa essere protagonista attivo e consapevole delle proprie esperienze. Una maggiore creatività e libertà, caratteristiche di questa epoca, hanno portato le persone a vivere e conoscere diverse opportunità relazionali. La legalizzazione di alcune realtà di fatto ha contribuito alla nascita e diffusione di nuovi modelli familiari; in Italia, a seguito dell’istituzione del divorzio, si è reso palese e si è intensificato il fenomeno delle famiglie ricostituite.
Se in passato era solo lo stato di vedovanza che consentiva l’estensione della convivenza a un altro partner, destrutturando la precedente relazione, oggi le separazioni, i divorzi e le unioni di fatto determinano nuovi contesti familiari in cui il coniuge si relaziona non soltanto col compagno o con la compagna, ma con i rispettivi figli, acquisendo e intrecciando nuovi vissuti e dando vita a nuovi “incroci” autobiografici. Una situazione di complessità notevole viene ad instaurarsi nel privato in quanto le famiglie ricostituite hanno identità più incerte ed ambigue e incontrano perciò difficoltà a costruire “confini e legami”. Definire i ruoli e i compiti nella famiglia ricomposta è meno semplice che in quella nucleare: vi sono genitori biologici e genitori acquisiti, fratelli consanguinei e non, nonni conosciuti e nonni da conoscere. Nella famiglia ricomposta si vive in una complessità ricca di relazioni, emozioni, tensioni e risorse; i processi relazionali sono “intrecciati”, sia nella comprensione che nella gestione, sono dinamici ed hanno uno sviluppo ed un’evoluzione rapida.
Le modalità di analisi proprie di questo fenomeno si estendono a diverse discipline, tuttavia, per questa dissertazione si è privilegiato l’apporto che, ad oggi, ci giunge dalla sociologia ed in particolare modo dalla psicologia.
Una prima parte del lavoro, dunque, è stata dedicata agli aspetti di carattere sociologico, quindi all’analisi del contesto di ieri e di oggi nel quale le famiglie ricostituite si sono sviluppate, alla difficoltà di definirle e di analizzarle sia sul piano quantitativo che qualitativo, alla possibilità di effettuare dei paragoni con le famiglie ricomposte statunitensi, passando per le innumerevoli caratteristiche che circondano il fenomeno: dalla negativa percezione sociale al vuoto normativo che le mantiene nell’oscurità.
La seconda parte, invece, metterà in luce le fasi del processo di ricomposizione familiare, i vissuti e le emozioni che accompagnano adulti e bambini in questo impervio cammino, ma soprattutto i compiti di sviluppo che ognuno di loro è chiamato ad effettuare.
Per comprendere meglio i vissuti psicologici dei bambini “ricostituiti”, per indagare l’entità del fenomeno e alcuni aspetti qualitativi delle famiglie ricostituite, e, quindi, verificare le eventuali connessioni tra teoria e realtà quotidiana, il lavoro dedicherà una “terza” parte all’esposizione dei risultati ottenuti per mezzo di un’indagine effettuata all’interno di un campione di bambini di scuola elementare, attraverso strumenti quali il disegno cinetico della famiglia ed un’intervista strutturata.
I protagonisti dell’ultima sezione della dissertazione saranno quindi i bambini che inconsapevoli di ciò che hanno descritto attraverso la grafica ci proporranno modelli di famiglia molto diversi tra loro. Per semplificare, l’analisi dei disegni prodotti per mezzo del K-F-D (Kinetic Family Drawings) verrà effettuata comparando due modelli familiari: le famiglie nucleari tradizionali e le famiglie ricostituite, in modo da mettere in luce le varie differenze o somiglianze.
Centouno disegni ci trasmetteranno le emozioni, gli stati d’animo, i sentimenti, le paure e le angosce di bambini che, anche se appartenenti a modelli di famiglia differenti, hanno in comune il bisogno di essere amati e sostenuti dalle persone che si prendono cura di loro prima di ogni altra cosa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimi anni le relazioni fra le persone, i rapporti sociali e le consuetudini sono cambiati a favore del benessere dell’individuo affinché questi possa essere protagonista attivo consapevole delle proprie esperienze. Una maggiore creatività e libertà, caratteristiche di questa epoca, hanno portato le persone a vivere e conoscere diverse opportunità relazionali. La legalizzazione di alcune realtà di fatto ha contribuito alla nascita e diffusione di nuovi modelli familiari; in Italia, a seguito dell’istituzione del divorzio, si è reso palese e si è intensificato il fenomeno delle famiglie ricostituite. Se in passato era solo lo stato di vedovanza che consentiva l’estensione della convivenza a un altro partner, destrutturando la precedente relazione, oggi le separazioni, i divorzi e le unioni di fatto determinano nuovi contesti familiari in cui il coniuge si relaziona non soltanto col compagno o con la compagna, ma con i rispettivi figli, acquisendo e intrecciando nuovi vissuti e dando vita a nuovi “incroci” autobiografici. Una situazione di complessità notevole viene ad instaurarsi nel privato in quanto le famiglie ricostituite hanno identità più incerte ed ambigue e incontrano perciò difficoltà a costruire “confini e legami”. Definire i ruoli e i compiti nella famiglia ricomposta è meno semplice che in quella nucleare, vi sono genitori biologici e genitori acquisiti, fratelli consanguinei e non, nonni conosciuti e nonni da conoscere. Nella famiglia ricomposta si vive in una complessità ricca di relazioni, emozioni, tensioni e risorse; i processi relazionali sono “intrecciati”, sia nella comprensione che nella gestione, sono dinamici ed hanno uno sviluppo ed un’evoluzione rapida. Le modalità di analisi proprie di questo fenomeno si estendono a diverse discipline, tuttavia, per tale dissertazione si è privilegiato l’apporto che, ad oggi, ci giunge dalla sociologia ed in particolare modo dalla psicologia. Una prima parte del lavoro, dunque, è stata dedicata agli aspetti di carattere sociologico, quindi all’analisi del contesto di ieri e di oggi nel quale le famiglie ricostituite si sono sviluppate, alla difficoltà di definirle e di analizzarle sia sul piano quantitativo che qualitativo, alla possibilità di effettuare dei paragoni con le famiglie ricomposte statunitensi, passando per le innumerevoli caratteristiche che circondano il fenomeno: dalla negativa percezione sociale al vuoto normativo che le mantiene nell’oscurità. La seconda parte, invece, metterà in luce le fasi del processo di ricomposizione familiare, i vissuti e le emozioni che accompagnano adulti e bambini in questo impervio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

convivenza
divorzio
famiglie allargate
famiglie ricomposte
fratrie ricomposte
k-f-d
seconde nozze
separazione
terzo genitore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi