Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le imprese nella società dell'informazione: le reti di telecomunicazione e i ''nuovi uffici''

La società dell’informazione può essere definita come «una società che fa un ampio uso delle reti informatiche e di tecnologie dell’informazione, produce grandi quantità di prodotti e servizi a base di informazione ed ha un’industria con contenuti diversificati».
Vi sono ovviamente altre definizioni, ma questa sembra la più completa e rispondente alle tematiche cui si atterrà questa tesi.
In questa “nuova società”, tende a mutare il rapporto tra conoscenza, economia e società. La prima implicazione di questo mutamento epocale consiste nel passaggio dall’informatica diffusa basata sul PC alla multimedialità fondata sulle reti. L’informatica e le telecomunicazioni convergono in un unico settore grazie alla nascita delle “autostrade dell’informazione”, basate sulla tecnologia del “network” che implica lo sviluppo di una gamma di servizi e di applicazioni che trasformano gli strumenti in agenti interattivi. Attraverso le reti, le imprese ed i singoli imparano a dare un nuovo significato alle informazioni ed alla collaborazione, nel paradigma dell’interattività.
In secondo luogo, scompaiono gli scenari prevalentemente nazionali, segnati dalla presenza di monopoli nel campo dei media e delle telecomunicazioni, per dare luogo ad un processo di globalizzazione del mercato. Le “autostrade dell’informazione” assumono un significato più ampio, che supera i confini delle singole imprese. alla ricerca di un progetto infrastrutturale che mira a connettere tutto il globo.
Infine, monitorare ed analizzare gli effetti socio-culturali della società dell’informazione diventa un impegno tecnico-politico, dinanzi alla necessità di sfruttare in modo equilibrato le potenzialità delle nuove tecnologie e di garantire un coinvolgimento dei cittadini ed il loro accesso ai benefici che ne deriveranno.
Dal punto di vista economico, le rivoluzioni della società dell’informazione presentano una realtà in cui la creazione del valore dipende dalla relazione tra informazioni-creatività-intelligenza. L’attuale Information Society si fonda, in altre parole, su un’economia che trova nell’informazione una risorsa chiave – rinnovabile ed autogenerante – per il controllo/coordinamento di risorse eterogenee e per la creazione di valore.
Il passato, il presente, il futuro: articolare il lavoro su questi tre momenti ha lo scopo di presentare, il più chiaramente possibile, l’evoluzione che stiamo attraversando, in termini di rapporti sociali e fra imprese.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE I INTRODUZIONE La società dell’informazione può essere definita come «una società che fa un ampio uso delle reti informatiche e di tecnologie dell’informazione, produce grandi quantità di prodotti e servizi a base di informazione ed ha un’industria con contenuti diversificati». 1 Vi sono ovviamente altre definizioni, ma questa sembra la più completa e rispondente alle tematiche cui si atterrà questa tesi. In questa “nuova società”, tende a mutare il rapporto tra conoscenza, economia e società. La prima implicazione di questo mutamento epocale consiste nel passaggio dall’informatica diffusa basata sul PC alla multimedialità fondata sulle reti. L’informatica e le telecomunicazioni convergono in un unico settore grazie alla nascita delle “autostrade dell’informazione”, basate sulla tecnologia del “network” che implica lo sviluppo di una gamma di servizi e di applicazioni che trasformano gli strumenti in agenti interattivi. Attraverso le reti, le imprese ed i singoli imparano a dare un nuovo significato alle informazioni ed alla collaborazione, nel paradigma dell’interattività. In secondo luogo, scompaiono gli scenari prevalentemente nazionali, segnati dalla presenza di monopoli nel campo dei media e delle telecomunicazioni, per dare luogo ad un processo di globalizzazione del mercato. Le “autostrade dell’informazione” assumono un significato più ampio, che supera i confini delle singole imprese. alla ricerca di un progetto infrastrutturale che mira a connettere tutto il globo. Infine, monitorare ed analizzare gli effetti socio-culturali della società dell’informazione diventa un impegno tecnico-politico, dinanzi alla necessità di sfruttare in modo equilibrato le potenzialità delle nuove tecnologie e di garantire un coinvolgimento dei cittadini ed il loro accesso ai benefici che ne deriveranno. Dal punto di vista economico, le rivoluzioni della società dell’informazione presentano una realtà in cui la creazione del valore dipende dalla relazione tra informazioni-creatività-intelligenza. L’attuale Information Society si fonda, in altre parole, su un’economia che trova nell’informazione 1 “Developing a Finish Information Society” – Council of State, Finland, 1995.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Anna Dragoni Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2607 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.