Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dallo sviluppo economico a quello umano: analisi e metodologie di misurazione elaborate dall'UNDP

Il ruolo fondamentale delle principali organizzazioni internazionali, UNDP, FMI e Banca Mondiale nel raggiungimento degli obiettivi del Millennio in un'ottica di sviluppo umano, attraverso la misurazione dello sviluppo in termini non più esclusivamente economici (PIL) ma attraverso nuovi strumenti statistici: ISU o indice di sviluppo umano, IPU ovvero l'indice di povertà umana. Passaggio dalla globalizzazione economica ad una globalizzazione dal volto umano secondo le teorie di Amartya Sen.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “ Noi, capi di Stato e di Governo, ci siamo riuniti presso il Quartier Generale delle Nazioni Unite a New York dal 6 all’8 Settembre 2000, all’alba di un nuovo millennio, per riaffermare la nostra fede nell’Organizzazione e nel suo Statuto quali indispensabili fondamenta di un mondo più pacifico, prospero e giusto. Noi riconosciamo che, oltre alle nostre personali responsabilità verso le rispettive società di appartenenza, condividiamo una responsabilità collettiva nell’affermare i principi della dignità umana dell’uguaglianza e dell’equità a livello globale. Noi reputiamo che la sfida fondamentale che abbiamo oggi di fronte sia quella di garantire che la globalizzazione diventi una forza positiva per tutti i popoli del pianeta. Perché anche se la globalizzazione offre grandi opportunità, al presente i suoi benefici sono ripartiti in maniera decisamente disuguale, alla stessa stregua dei suoi costi. Noi siamo consapevoli del fatto che i paesi in via di sviluppo e le nazioni con economie in transizione debbono affrontare delle “speciali” difficoltà nel rispondere a questa sfida fondamentale. Perciò, solo mediante degli sforzi ampi e intensi tesi a creare un futuro comune, fondato sulla nostra comune umanità in tutta la sua diversità, la globalizzazione potrà essere resa pienamente inclusiva ed equa. Questi sforzi dovranno prevedere politiche e misure, a livello globale, che corrispondano alle esigenze dei paesi in via di sviluppo e delle economie in transizione, e che siano formulate e realizzate con la loro effettiva partecipazione. Noi riteniamo che per le relazioni internazionali nel ventunesimo secolo vadano considerati essenziali determinati valori fondamentali. Questi valori comprendono : ξ Libertà; ξ Uguaglianza; ξ Solidarietà; ξ Tolleranza; ξ Rispetto per la natura;

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Francesco D'alonzo Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4716 click dal 13/11/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.