Skip to content

Aplicatii ale biosenzorilor in medicina

Informazioni tesi

  Autore: Vlad Tarko
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2003
  Università: Universitatea "Hyperion", Bucureşti
  Facoltà: Biotehnologii
  Corso: Biofizică
  Relatore: Georgescu Lucian
  Lingua:
  Num. pagine: 81

Lucrarea este o monografie a tuturor tipurilor de biosenzori folositi in medicina. Include o descriere a biosenzorilor
- amperometrici
- potentiometrici
- cu tranzistoare cu efect de camp
- calorimetrici
- optici
- piezo-electrici
- manometrici
care au o componenta biochimica incorporata (enzime, anticorpi/antigeni, amptametri), precum si o descriere a biosenzorilor fara componenta biologica bazati pe masurarea
- spectrului optic
- temperaturii.

Lucrarea descrie si cele mai des intalnite dificultati la constructia biosenzorilor si metodele propuse pentru a face fata acestor dificultati (de pilda folosirea membranelor semipermeabile).

In fine, lucrarea mai contine si o descriere detaliata a felului in care se masoara performanta unui biosenzor:
- senzitivitatea
- selectivitatea
- timpul de rãspuns
- reproductibilitatea, stabilitatea si timpul de viata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 2. Scurtă istorie Părintele conceptului de biosenzor este considerat Leland C. Clark Jnr. În 1956 el a publicat articolul definitiv despre electrodul de oxigen cu ajutorul căruia putea fi măsurat nivelul de oxigen dizolvat în sîngele pacienţilor sub operaţie. În 1962 într-un simpozion la New York Academy of Sciences el a descris cum pot fi făcuţi senzorii electrochimici „mai inteligenţi” prin adăugarea pe suprafaţa traductorului a unor enzime prinse între două membrane. El a ilustrat conceptul printr-un experiment în care glucozoxidaza era imobilizată între două membrane pe suprafaţa electrodului de oxigen – astfel, prin măsurarea scăderii concentraţiei de oxigen, se putea măsura nivelul de glucoză din sînge. În 1969 Guilbault şi Montalvo au fost primii care au ataşat enzimele la un electrod potenţiometric. Ei au construit un biosenzor de uree bazat pe imobilizarea ureazei cu o membrană selectivă ce permite trecerea ionului amoniu. Tot în acest an Gerald Vurek şi Robert Bowman au construit primul senzor cu fibră optică pentru analiză clinică, un colorimetru care măsura legarea elementelor din tubulii rinichiului. În 1974 au fost construiţi primii biosenzori calorimetrici bazaţi pe efectele termice care însoţesc reacţiile biochimice (C.L. Cooney, J.C.Weaver, S.R. Tannebaum, S.R. Faller, D.V. Shields, M. Jahnke, K. Mosbach, B. Danielsson). Un an major pentru tehnologia biosenzorilor a fost 1975 cînd tehnologia biosenzorilor a cunoscut o nouă revoluţie atunci cînd Divis a sugerat folosirea bacteriilor pe post de bioreceptori în aşa numiţii electrozi microbieni (folosiţi iniţial pentru măsurarea alcolului). Acest articol a marcat şi începutul folosirii biosenzorilor în controlul mediului înconjurător. Tot în acest an ideile lui Clark au fost folosite pentru prima oară în scopuri comerciale de către Yellow Springs Instrument Company (Ohio) care a lansat pe piaţă un senzor de glucoză amperometric bazat pe detecţia apei oxigenate (peroxidului de hidorgen). De asemenea în 1975 Lubbers şi Opitz au contruit un biosenzor optic (numit de ei „optod”) construit dintr-un indicator imobilizat pe o fibră optică şi capabil să măsoare dioxidul de carbon sau oxigenul. Ei au construit apoi şi un biosenzor optic pentru alcool imobilizînd alcooloxidaza la capătul fibrei optice a senzorului de oxigen. Astăzi sînt disponibili pe piaţă o serie întreagă de optozi pentru măsurarea pH-ului, pCO 2 , pO 2 însă optozii cu enzime nu sînt încă foarte răspîndiţi. În 1976 Clemens a încorporat un biosenzor de glucoză într-un panceas

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anticorp
antigen
aptametri
biosenzor
biosenzori amperometrici
biosenzori calorimetrici
biosenzori cu tranzistoare cu efect de camp
biosenzori manometrici
biosenzori optici
biosenzori piezo-electrici
biosenzori potentiometrici
biosenzori termici
enzime
imunosenzori
michaelis-menten
spectroscopie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi