Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metologia fuzzy per la valutazione e la gestione del rischio elettrico in azienda

La valutazione dei rischi di una qualsiasi attività lavorativa è tutt’altro che un’operazione immediata. Due attività nominalmente identiche, ma svolte in aziende diverse, poste in luoghi geograficamente e culturalmente distinti, sono soggette a rischi differenti, dettati da situazioni e contesti ambientali che caratterizzano in maniera univoca ciascuna realtà. Per questo motivo l’uso di check-list, anche se può essere considerato uno strumento di aiuto iniziale, non esaurisce il problema della valutazione dei rischi in tutte le sue sfaccettature, poiché non è adeguatamente considerato il fattore umano e la dinamicità di ogni evento.
Uno degli scopi del presente lavoro è di eseguire la valutazione del rischio elettrico in un’azienda utilizzando un approccio diverso da quelli universalmente riconosciuti.
La logica fuzzy ha a che fare con i principi formali del pensiero “approssimato” e considera il ragionamento preciso come caso limite. In altre parole il fulcro della logica fuzzy è che, diversamente dai sistemi logici classici, mira a modellare un modo impreciso di ragionare. Quest’ultimo gioca invece un ruolo essenziale nella abilità umana di prendere decisioni razionali in un ambiente di incertezze e imprecisioni. Questa abilità dipende dalla nostra capacità di “inferire” una risposta appropriata da una domanda che è inesatta, incompleta o totalmente inaffidabile.
L’inferenza può essere pensata come una deduzione intesa a provare o sottolineare una conseguenza logica. Altresì per inferenza si può intendere un procedimento di generalizzazione dei risultati ottenuti attraverso una rilevazione parziale dei campioni.
Gli insiemi fuzzy, i numeri fuzzy e le variabili linguistiche sono ottimi strumenti per manipolare quella che risulta essere la maggior fonte di imprecisione nei processi decisionali.
Quindi invece di probabilità di un evento si parlerà di possibilità dello stesso facendo uso degli insiemi fuzzy. Gli anni passati hanno visto crescere enormemente il numero e la varietà di applicazioni della logica fuzzy.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 PREMESSA Il presente lavoro si occupa dell’analisi del rischio elettrico in una piccola/media impresa. La normativa stabilisce l'onere, da parte del datore di lavoro, pubblico e privato, di organizzare all'interno dell'azienda, ovvero dell'unita produttiva, il servizio di prevenzione e protezione dai rischi. Presupposto essenziale è l'individuazione di tutti i fattori di rischio esistenti in azienda e delle loro reciproche interazioni, nonché la valutazione della loro entità, effettuata, ove necessario, mediante metodi analitici e strumentali. L’analisi del rischio (Risk Assessmant) si svolge con un processo logico che comporta dopo l’identificazione di tutti i possibili eventi anomali (incidenti), la stima delle probabilità che essi accadano e la valutazione della estensione e/o della gravità delle conseguenze. A volte l’insorgere di un’unica causa (evento iniziatore) può portare direttamente a determinate conseguenze incidentali; più spesso l’incidente presenta una struttura più complessa, di carattere essenzialmente sequenziale in cui più di una

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Maurizio Staglianò Contatta »

Composta da 238 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2375 click dal 19/12/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.