Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato della telefonia fissa in Italia dal monopolio alla competizione. Il caso di Telecom Italia.

Il settore delle telecomunicazioni in Italia ha vissuto, in questi ultimi anni, una fase di cambiamento rilevante. L’innovazione tecnologica, la liberalizzazione e la privatizzazione dell’incumbent sono soltanto alcuni dei fattori che hanno concorso ad un riassetto radicale della telefonia mobile e fissa.
Il passaggio dal regime monopolistico a quello concorrenziale ha dato luogo ad uno scenario caratterizzato da cambiamenti significativi. L’acuirsi della concorrenza e l’incessante sviluppo del settore in parola hanno indotto i gestori telefonici a migliorare le proprie strategie competitive, al fine di ridurre i tempi di percezione dei bisogni del mercato. Tali strategie prevedono un comportamento aziendale pro- attivo che mira ad anticipare i cambiamenti del mercato in un’ottica di sviluppo del know-how necessario per fronteggiare il dinamismo ambientale.
Il presente lavoro, pertanto, verte sia sull’analisi strategica del mercato italiano della telefonia fissa e mobile, sia sull’approfondimento del sistema di corporate governance del Gruppo Telecom Italia.
Nel primo capitolo si propone una disamina del soggetto aziendale. Si tratta di delineare i tratti distintivi dell’azienda e del suo rapporto con l’ambiente di riferimento, al fine di rappresentare un quadro d’insieme, utile per analizzare i suoi comportamenti in un’ottica globale. L’approccio utilizzato è di tipo sistemico. Esso ci permette di considerare l’azienda come un sistema sociale aperto la cui evoluzione avviene in relazione alle possibilità offerte dall’ambiente circostante. Ne discende che il successo dell’azienda dipende, in larga misura, dalla logica di interazione con l’ambiente ovvero dal disegno strategico di fondo. L’analisi strategica diviene, quindi, uno momento propedeutico per consentire al management di “pensare” strategie mirate al raggiungimento di un solido vantaggio competitivo.
La seconda parte della trattazione considera l’evoluzione subita dal mercato italiano della telefonia fissa e mobile. Le tappe principali riguardano: il passaggio da una gestione monopolistica del settore ad una concorrenziale e l’analisi dell’attuale situazione competitiva. Particolare attenzione è stata rivolta ai fattori che hanno innescato significativi cambiamenti, quali la tecnologia, la competizione tra carriers e lo sviluppo della telefonia mobile e agli interventi attuati per tutelare la concorrenza (es.: unbundling local loop, carrier selection e carrier preselection, price cap). L’obiettivo fondamentale è quello di focalizzare l’attenzione sulle diverse scelte strategiche effettuate dall’incumbent (ossia Telecom Italia) e da due dei suoi maggiori concorrenti: Wind- Infostrada e Tele2 Italia.
Nel terzo e ultimo capitolo sono stati descritti taluni aspetti salienti del processo di privatizzazione del Gruppo Telecom Italia. Dopo un sintetico excursus storico sono state illustrate alcune problematiche inerenti la governance dell’azienda e la strategia aziendale, in un’ottica di creazione del valore per gli stakeholders.


Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il settore delle telecomunicazioni in Italia ha vissuto, in questi ultimi anni, una fase di cambiamento rilevante. L’innovazione tecnologica, la liberalizzazione e la privatizzazione dell’incumbent sono soltanto alcuni dei fattori che hanno concorso ad un riassetto radicale della telefonia mobile e fissa. Il passaggio dal regime monopolistico a quello concorrenziale ha dato luogo ad uno scenario caratterizzato da cambiamenti significativi. L’acuirsi della concorrenza e l’incessante sviluppo del settore in parola hanno indotto i gestori telefonici a migliorare le proprie strategie competitive, al fine di ridurre i tempi di percezione dei bisogni del mercato. Tali strategie prevedono un comportamento aziendale pro- attivo che mira ad anticipare i cambiamenti del mercato in un’ottica di sviluppo del know-how necessario per fronteggiare il dinamismo ambientale. Il presente lavoro, pertanto, verte sia sull’analisi strategica del mercato italiano della telefonia fissa e mobile, sia sull’approfondimento del sistema di corporate governance del Gruppo Telecom Italia. Nel primo capitolo si propone una disamina del soggetto aziendale. Si tratta di delineare i tratti distintivi dell’azienda e del suo rapporto con l’ambiente di riferimento, al fine di rappresentare un quadro d’insieme, utile per analizzare i suoi comportamenti in un’ottica globale. L’approccio utilizzato è di tipo sistemico. Esso ci permette di considerare l’azienda come un sistema sociale aperto la cui evoluzione avviene in relazione alle possibilità offerte dall’ambiente circostante. Ne discende che il successo dell’azienda

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Atzeni Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9269 click dal 16/01/2007.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.