Skip to content

I fattori di resilienza allo stress: una ricognizione bibliografica

Informazioni tesi

  Autore: Miriam Arienti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Mariaelena Magrin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

L’oggetto di studio di questa ricerca è la resilienza, ossia la capacità di uscire indenni da situazioni traumatiche, a volte riuscendo addirittura a trarre cambiamenti positivi da queste esperienze. La mancanza di una precisa definizione operazionale ha portato i ricercatori a identificare diversi pattern di fattori determinanti questa capacità e a tutt’oggi non esiste un definitivo consenso su quali possano essere. Elementi ambientali, personali, cognitivi sono stati presi in considerazione. Essi sono stati derivati sia da ricerche di carattere qualitativo, sia da precedenti studi svolti nell’area della psicologia della salute e dello stress in particolare. Per effettuare la ricognizione bibliografica il motore di ricerca è stato Psychinfo. lo scopo del lavoro era focalizzare sugli elementi che in età adulta e nella vecchiaia permettono di gestire meglio e superare lo stress con risultati positivi. Verranno presentati sinteticamente i diversi fattori, emersi dall’analisi degli studi, e in particolare delle 48 ricerche recensite, i quali includono: hardiness, sostegno sociale, ottimismo, sense of coherence, affettività positiva, self enhancement, stile di coping e sistemi di credenze.
La scelta di selezionare solo gli studi pubblicati tra il 1999 e il 2005 corrisponde all’intenzione di verificare se effettivamente lo sviluppo del paradigma della Positive Psychology, che mira ad incentivare le risorse personali dell’individuo, in luogo da porre l’attenzione ai suoi deficit, abbia incentivato la ricerca sui fattori di resilienza. La scelta di questo preciso lasso di tempo coincide con la pubblicazione di quello che può essere considerato una sorta di manifesto della Positive Psychology, ossia l’articolo apparso nel 2000 ad opera di Seligman e Csikszentmilhayi sulla rivista” American Psychologist”..
Per quanto riguarda la popolazione adulta, il costrutto di resilienza trova applicazione tanto nei casi di forti traumi conseguenti a situazioni particolarmente tragiche (attentati, catastrofi naturali..) o più diffuse (divorzi, gravi incidenti..) quanto a situazioni di stress prolungati nel tempo (disabilità, dolori cronici..) fino all’esame di come affrontare serenamente la vecchiaia. Conoscere i meccanismi che permettono di prevenire e superare più agevolmente queste difficoltà è già un primo passo per poterli sfruttare qualora se ne presenti la necessità. È così possibile superare l’idea della psicologia come scienza che “lavora con il dolore (grief work)” (Bonanno, 2005) e mirare invece a rinforzare quelli che sono i punti di forza presenti nell’individuo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE L’oggetto di studio di questa ricerca è la resilienza, ossia la capacità di uscire indenni da situazioni traumatiche, a volte riuscendo addirittura a trarre cambiamenti positivi da queste esperienze. La mancanza di una precisa definizione operazionale ha portato i ricercatori a identificare diversi pattern di fattori determinanti questa capacità e a tutt’oggi non esiste un definitivo consenso su quali possano essere. Elementi ambientali, personali, cognitivi sono stati presi in considerazione. Essi sono stati derivati sia da ricerche di carattere qualitativo, sia da precedenti studi svolti nell’area della psicologia della salute e dello stress in particolare. Per effettuare la ricerca bibliografica il motore di ricerca è stato Psychinfo. I parametri di ricerca includevano l’avere il termine “resilience” come parola chiave o come descriptor e i termini “stress” o “protective factors” presenti nell’abstract. Inoltre sono stati volutamente ricercati documenti che non presentassero le parole “child” o “development” o “adolescents”. Questo, insieme alla selezione dei soli studi aventi un campione di individui di età compresa tra diciotto anni e l’età anziana, ha permesso di scartare la consistente mole di studi compiuta nell’ambito della psicologia dello sviluppo e sull’infanzia in generale. Pur essendo questo specifico campo all’origine delle ricerche sulla resilienza, lo scopo del lavoro era focalizzare sugli elementi che in età adulta e nella vecchiaia permettono di gestire meglio e superare lo stress con risultati positivi.Verranno pertanto presentati sinteticamente i diversi studi, divisi per fattore e in seguito verrà esposto in modo più approfondito un singolo studio studio, a mio avviso, particolarmente esplicativo. La scelta di selezionare solo gli studi pubblicati tra il 1999 e il 2005 corrisponde all’intenzione di verificare se effettivamente lo sviluppo del paradigma della Positive

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benessere
eudamonia
fattori protettivi
hardiness
health psychology
ottimismo
positive psychology
psicologia della salute
psicologia positiva
resilience
resilienza
seligman
sense of coherence
sostegno sociale
strategie di coping
stress

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi