Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal controllo di gestione al controllo strategico: il caso Sorin Biomedica SPA

Il nostro tempo è caratterizzato da numerosi e repentini cambiamenti a livello economico, culturale, politico e sociale: cambiamenti che costringono le aziende ad andare alla continua ricerca di un nuovo equilibrio economico e che, al tempo stesso, hanno favorito la nascita e lo sviluppo di tecniche, strumenti e procedimenti di gestione e controllo sempre più sofisticati.
“Anticipare e programmare il futuro, controllare il presente”. Sono questi due tra i principali target che le aziende moderne si propongono di perseguire: non si tratta solo di un esercizio retorico, né di un “rituale” vecchio e noioso perché, in fondo, non si può vivere e lavorare senza obiettivi. L’obiettivo è un qualcosa che valorizza il contributo delle persone, dirige l’energia umana in modo economico e mirato, e soprattutto stimola il miglioramento aziendale, trasformando visioni e strategie in realtà concrete e mostrando le potenzialità del loro sviluppo. Avere obiettivi chiari, inoltre, significa anche disporre di un “formidabile ed economico strumento organizzativo”, che permetta di evitare gli sprechi, le dispersioni di tempo e fatica: l’obiettivo, che come insegna la scuola anglosassone deve essere smart, cioè brillante e visibile, permette di organizzare la realtà con priorità e sequenze; permette di “padroneggiare” il tempo degli uomini e delle organizzazioni; consente il controllo di avanzamento dei piani e garantisce il raggiungimento dei risultati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il nostro tempo è caratterizzato da numerosi e repentini cambiamenti a livello economico, culturale, politico e sociale: cambiamenti che costringono le aziende ad andare alla continua ricerca di un nuovo equilibrio economico e che, al tempo stesso, hanno favorito la nascita e lo sviluppo di tecniche, strumenti e procedimenti di gestione e controllo sempre più sofisticati. “Anticipare e programmare il futuro, controllare il presente”. Sono questi due tra i principali target che le aziende moderne si propongono di perseguire: non si tratta solo di un esercizio retorico, né di un “rituale” vecchio e noioso perché, in fondo, non si può vivere e lavorare senza obiettivi. L’obiettivo è un qualcosa che valorizza il contributo delle persone, dirige l’energia umana in modo economico e mirato, e soprattutto stimola il miglioramento aziendale, trasformando visioni e strategie in realtà concrete e mostrando le potenzialità del loro sviluppo. Avere obiettivi chiari, inoltre, significa anche disporre di un “formidabile ed economico strumento organizzativo”, che permetta di evitare gli sprechi, le dispersioni di tempo e fatica: l’obiettivo, che come insegna la scuola anglosassone deve essere smart, cioè brillante e visibile, permette di organizzare la realtà con priorità e sequenze; permette di “padroneggiare” il tempo degli uomini e delle

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Debora Di Luglio Contatta »

Composta da 271 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4647 click dal 26/02/2007.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.