Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Produzione di anticorpi monoclonali con scopi diagnostici in ambito veterinario ed alimentare

lavoro di produzione e caratterizzazione di anticorpi monoclonali per vendita di kit ELISA competitiva nella diagnosi sierologica della Blue Tongue, ed inoltre nella diagnosi della Brucella, Saslmonella ed altri batteri presenti in alimenti avariati. Il lavoro di stage è stato svolto presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise (G. Caporale).

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione: gli anticorpi monoclonali I) Struttura e funzioni degli anticorpi Gli anticorpi - o immunoglobuline - sono delle glicoproteine sieriche prodotti da cellule della serie linfoide; appartengono alla classe delle γ-globuline e sono implicati nella Risposta Immunitaria umorale. Quando un antigene entra nell’organismo, stimola il complesso sistema della risposta immunitaria. La risposta umorale rappresenta il primo meccanismo di difesa di tipo aspecifico che viene attivato dall’individuo. Questa risposta comprende l’attivazione di linfociti B selezionati i quali, a loro volta, secernono anticorpi in grado di interagire con il sito di legame anticorpale dell’antigene detto epitopo o determinante antigenico. Il determinante antigenico, nel caso di un antigene proteico – è una sequenza aminoacidica esposta dalla molecola antigenica che è in grado di essere riconosciuta in modo specifico dall’anticorpo. La maggior parte di antigeni presenti in natura – proteine, virus, batteri – contengono centinaia, se non migliaia di differenti epitopi. Un tipico epitopo sulla superficie di una proteina comprende da cinque a sette residui amminoacidici. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e Tecnologie

Autore: Donatella Marconi Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3401 click dal 27/02/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.