Skip to content

Effetti della somministrazione di melatonina sulla tossicità indotta da adriamicina nel topo

Informazioni tesi

  Autore: Emanuela Donato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Chimica e Tecnologia Farmaceutiche
  Relatore: Sonia Zorzet
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

La melatonina, l'ormone della pineale, causa numerosi effetti biologici e terapeutici: è efficace nel trattamento dei sintomi del jet-lag e nella correzione dei disturbi del sonno, contrasta lo stress e il jet-lag indotta da corticosteroidi, ripristina le carenze immunitarie associate all'età, mostra proprietà antitumorali inibitorie e protegge il midollo spinale dall'azione tossica di farmaci antitumorali quali etoposide e ciclofosfamide. Recentemente, alcuni studi hanno dimostrato che la melatonina può causare effetti antiossidanti neutralizzando direttamente i radicali liberi perossilico e idrossilico e indirettamente stimolando le difese antiossidanti endogene.Numerosi farmaci antitumorali mostrano proprietà pro-ossidanti e i loro effetti terapeutici e tossici sembrano essere dovuti a questa loro caratteristica. L'obiettivo della presente tesi è quello di determinare gli effetti della somministrazione di melatonina esogena, del farmaco antitumorale adriamicina e della loro combinazione in termini di tossicità per l'ospite e di attività antitumorale in topi CBA/LAC portatori del linfoma TLX5. La tossicità acuta per l'ospite è stata valutata in termini di letalità e di effetti sulle cellule staminali del midollo osseo e sui linfociti T splenici. Inoltre, allo scopo di esaminare i danni ossidativi causati dall'adriamicina, e una loro possibile prevenzione da parte della melatonina, sono stati misurati i livelli di glutatione in cellule del midollo osseo e del fegato, e i livelli di malondialdeide indice di perossidazione lipidica nel fegato.I risultati ottenuti mostrano che la somministrazione di dosi farmacologiche di melatonina esogena a topi CBA portatori del linfoma TLX5 è priva di evidenti effetti tossici e antitumorali, non diminuisce l'azione antitumorale dell'adriamicina e riduce in maniera significativa la tossicità acuta sull'ospite da parte di questo farmaco. La tossicità del midollo osseo e dei linfociti T splenici causata dall'adriamicina è attenuata dalla melatonina, con un meccanismo antiossidante che è efficace sull'azione pro-ossidante dell'adriamicina.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1) LA GHIANDOLA PINEALE E LA MELATONINA 1.1 ANATOMIA, CONNESSIONI NERVOSE E FUNZIONI DELLA GHIANDOLA PINEALE Nell’uomo l’epifisi, o ghiandola pineale, Ł un piccolo organo di 50-150 mg che fa parte del diencefalo essendo connessa con la sua base alle abenule. E’ lunga circa 1 cm, con l’apice posteriore e la base anteriore e appoggia sulla lamina quadrigemina del mesencefalo (Cattaneo L., 1986; Moore R.Y., 1996). Nei mammiferi la pineale Ł un organo secretorio, nei pesci e negli anfibi ha funzioni fotoricettive dirette mentre nei rettili e negli uccelli ha funzioni sia secretorie che fotorecettrici (Arendt J., 1995). L’epifisi secerne la melatonina, ormone che agisce sui melanociti in antagonismo con l’intermedina elaborata dal lobo intermedio dell’ipofisi. La sua secrezione Ł stimolata dal buio ed inibita invece dalla luce (Cattaneo L., 1986). Nella pineale, oltre alla melatonina, sono presenti anche altri derivati indolici quali per esempio il 5-metossitriptofolo, la 5-metossitriptamina, dei peptidi biologicamente attivi come per esempio il peptide intestinale vasoattivo, il neuropeptide Y, ormoni peptidici quale l’ormone rilasciante le gonadotropine, il fattore inibente il rilascio della prolattina e i neurotrasmettitori classici quali la noradrenalina, la dopamina, l’acido gamma-amminobuttirico e la serotonina (Arendt J., 1995). La ghiandola pineale Ł riccamente perfusa da vasi sanguigni. E’ stato calcolato che il suo flusso sanguigno (4 ml/min/g) Ł secondo solo a quello renale. Con una circolazione cos copiosa Ł evidente che le sostanze secrete dalla pineale possono rapidamente raggiungere tutte le regioni del corpo (Arendt J., 1995).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ciclofosfamide
farmaci antitumorali
farmacologia
jet-lag
melatonina
ormone pineale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi