Skip to content

Flussi di Capitali verso i Paesi in Via di Sviluppo nell'era della Nuova Globalizzazione

Informazioni tesi

  Autore: Marco Beglia
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master Universitario di II livello in Globalizzazione: Economia, Finanza e Diritto
Anno: 2007
Docente/Relatore: Elena Corallo
Istituito da: Università degli Studi di Genova, Milano e Torino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

Il lavoro si propone di analizzare i principali flussi di capitali diretti verso i PVS (IDE o FDI, investimenti di portafoglio e rimesse degli emigrati) e di valutarne l'impatto sulla crescita economica e sullo sviluppo nel contesto attuale della Nuova Globalizzazione.
A riguardo occorre precisare che vi è una forte discrasia tra la percezione che il mondo sviluppato ha della globalizzazione e il processo in sé: la facilità con cui le merci sono spostate, la grande mobilità dei modelli sociali, culturali e giuridici, la sensazione di un sistema economico-finanziario fortemente interconnesso generano la falsa immagine di un mondo sempre più piccolo al cui interno tutti gli elementi sono connessi. Un'immagine tanto affascinante quanto scorretta: la globalizzazione non è un fenomeno globale, ad essersi "rimpicciolito" non è tutto il mondo, ma solo quella parte collegata al circuito internazionale. Le aree povere e prive di infrastrutture di base sono ancora molto lontane dal sistema commerciale e finanziario globale: ci troviamo ad affrontare una chiara dicotomia tra chi è connesso e chi non lo è.
La globalizzazione infatti non è un processo inclusivo, anzi è fortemente esclusivo, e il persistere del paradosso di Lucas, ossia il mancato fluire di capitali dai paesi ad alto redditto verso i paesi più poveri, in un momento storico in cui la liquidità e la mobilità dei capitali hanno raggiunto il picco non può che avvalorare tale affermazione.
Una volta dimostrata l'esistenza di paesi sconnessi e illustrate le potenzialità positive derivanti dalla loro connessione al circuito globale,
si presentano alcuni degli strumenti più utilizzati per sopperire alla mancanza di liquidità nel settore privato e favorirne l'internazionalizzazione, molti afferiscono alla finanza strutturata altri non sono che una rivisitazione di mezzi ben noti. Leasing, factoring e forfaiting sono senz'altro i più noti, cui si affiancano la structured commodity finance, l'e-finance e altri ancora.
In conclusione è bene sottolineare che la ricerca si è valsa dei dati statistici di più recente pubblicazione e dell'aiuto dell'International Trade Centre UNCTAD/WTO, organo internazionale che si occupa dei processi di internazionalizzazione dei paesi poveri.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Paesi in via di Globalizzazione: considerazioni generali In occasione del Consumer electronic show tenutosi a Las Vegas nel gennaio 2007, Bill Gates, il padre dell’epoca digitale, afferma che a breve sarà possibile accedere alle informazioni di cui abbiamo bisogno sempre e comunque, e accenna brevemente alle esperienze connesse. Secondo Gates, il futuro della società globale è un’esperienza di connettività totale, ventiquattro ore al giorno. Il futuro è essere connessi. Due anni prima, Frédérique Roussel preconizzava su Libération “Internet sarà sempre più a misura d’uomo. Un giorno saremo sempre e ovunque collegati in rete. Senza interruzione tra ufficio, automobile e casa”. L’umanità è destinata ad essere connessa. Thomas Friedman, inserzionista del New York Times, ha recentemente sostenuto che il mondo è ritornato piatto, riferendosi alla facilità con cui oggi fluiscono merci, servizi e capitali. La struttura economico-finanziaria globale è strettamente interconnessa. Largamente condiviso è il concetto di “morte della distanza”. La tecnologia delle telecomunicazioni annulla non solo lo spazio ma anche il tempo. Ormai è possibile parlare con chiunque, in qualsiasi parte del mondo. O meglio, è possibile interagire con chiunque sia connesso. La convinzione secondo cui la Globalizzazione possa essere definita come flusso, un flusso molto diversificato, un flusso di persone, di merci, di capitali, di idee ,di dati, di informazioni, di bit è senz’altro ampiamente condivisibile. In realtà non si tratta di un’intuizione recente, ma affonda le proprie radici intellettuali nei lavori dei pionieri degli studi sulla Globalizzazione. Già a fine Ottocento Sismonde de Sismondi accennava ad un mercato di tutto l’universo, tuttavia i primi scritti moderni risalgono al 1974, anno in cui si impone il concetto di Sistema Mondo elaborato da Immanuel Wallerstein. Fino ad oggi la letteratura sulla Globalizzazione non ha conosciuto che un rapido sviluppo. Ciononostante, si ha l’impressione di avere una conoscenza sempre più inesatta, banale e parziale di un fenomeno che sfugge ad ogni tentativo di inquadramento tassonomico. Assumendo come buona la definizione di Globalizzazione come sinonimo di interconnessione e di flussi, alcune precisazioni sono necessarie. Come nota acutamente J. B. De Long, la Globalizzazione così intesa non è un fenomeno globale, in realtà non è il mondo intero ad essersi rimpicciolito, ma solo la parte di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fdi
finance for trade
finanza strutturata
flussi di capitali
globalizzazione
ide
internazionalizzazione
paradosso di lucas
pvs
rimesse degli emigrati
sviluppo economico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi