Skip to content

I sistemi di pianificazione e controllo negli accordi di Franchising

Informazioni tesi

  Autore: Ermal Hazizaj
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Ariela Caglio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 36

Le organizzazioni a rete o network inter-organizzativi sono oggi una realtà di dimensioni e diffusione tali da aver causato, nel sistema industriale, un processo di cambiamento strutturale di notevole portata. Di conseguenza, i problemi di gestione che il management di dette imprese deve affrontare sono diversi da quelli che si presentano alle imprese integrate verticalmente o che operano secondo logiche di mercato, mettendo in discussione la significatività degli strumenti di gestione tradizionalmente utilizzati.
Come prima cosa, vorrei presentare le ragioni della diffusione degli accordi di franchising e le molteplici forme in cui si presentano, cogliendo i contributi più recenti d’alcuni autori in materia.
Gli accordi di franchising, e non solo, hanno aperto un nuovo filone di studi in strategia e organizzazione. Questo filone riguarda la replicazione come strategia, che ha implicazioni diverse dalle strategie di base usualmente perseguite dalle imprese e ampliamente approfondite dalla letteratura. Questa strategia ha anche delle implicazioni organizzative, perché richiede una struttura organizzativa specifica, adatta alla replicazione ma, sopratutto flessibile per facilitare l’apprendimento.
Da ultimo, vorrei entrare nel cuore dei problemi tipici di pianificazione e controllo che presentano gli accordi di franchising. Per primo, vorrei trattare i problemi di controllo e coordinamento che si presentano e quali siano nella realtà gli strumenti più efficaci di misurazione economica per valutare la convenienza economica ad avviare l’accordo, di ricerca del mix adeguato tra i sistemi formali di controllo in grado di soddisfare le esigenze di governo economico delle relazioni collaborative di franchising. Vorrei poi, approfondire il problema del sistema d’incentivo in tali accordi. Questi sistemi d’incentivo devono spingere i partner a massimizzare il risultato generale della rete ed evitare comportamenti opportunistici che ciascun partner può intraprendere. Inoltre, vorrei presentare il contributo recente d’alcuni autori che affermano l’importanza dei meccanismi sociali di controllo, visto il ricco contesto sociale in cui si sviluppano queste relazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Un overview sul mondo delle Franchising. Il franchising è una forma di collaborazione continuativa per la distribuzione di beni e servizi fra un imprenditore (franchisor o affiliante) e uno o più imprenditori (franchisee o affiliato), giuridicamente ed economicamente indipendenti l’uno dall’altro attraverso la quale il franchisor concede al franchisee l’utilizzo del suo marchio, della sua immagine, e la possibilità di servirsi della sua struttura commerciale acquistando prodotti tramite il suo gruppo d’acquisto (Tupponi e Ghirotti, 2000). L’affiliato s’impegna a pagare un corrispettivo che risulta essere composto (Pilotti e Pozzano, 1990): • Sia da una quota fissa (entry fee); • Sia da una quota variabile, calcolata una percentuale sul giro d’affari (royalty). Il contratto di franchising si sviluppa negli Stati Uniti alla fine del 1800 per venire incontro alla crescente necessità delle imprese produttrici di raggiungere un’ottimale distribuzione capillare di prodotti, senza investire capitali propri, specialmente in quei mercati dove la penetrazione si manifestava problematica per conseguire una posizione privilegiata rispetto alle imprese concorrenti. I motivi che spingono a concludere un contratto di franchising, stanno nel fatto che i partners, consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza, decidono di associarsi per supplire con i punti di forza dell’uno ai punti di debolezza dell’altro e viceversa. I punti di forza del franchisor si riassumono in tre fattori: immagine, capacità manageriale e know-how. Ogni impresa ha la sua immagine ben individuabile e ciò non è dovuto al caso, ma all’attività comunicativa attraverso le quali l’impresa ha raggiunto il suo mercato. Il know how è il fondamento del franchising. È l’originalità, la differenziazione che identificano l’impresa e che misurano il valore di un’offerta di franchising. I punti di debolezza del franchisor sono tali solo alla presenza della sua volontà di attuare scelte strategiche che vanno oltre le sue possibilità o in ogni caso della convenienza di attuarle con mezzi propri. Solo in questo caso un punto di debolezza del franchisor potrebbe essere rappresentato dalla mancanza di risorse finanziarie. Un altro punto debole del franchisor potrebbe essere la mancanza di conoscenze di mercati locali o la scarsa conoscenza di un territorio. Molte volte accade che i punti di debolezza del franchisor sono i punti di forza del franchisee. Il franchisee ha una migliore conoscenza del mercato dove risiede e questo è molto importante nel franchising internazionale dove abitudini, culture e 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi