Skip to content

Alcol e comportamenti sessuali nei giovani adulti: un'applicazione dell'Alcohol Myopia Theory

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Succi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Luca Pietrantoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

Nell’ultimo decennio, in Italia, si è registrato un incremento del consumo di bevande alcoliche tra i giovani dai 15 ai 34 anni e si è osservato un cambiamento nella modalità di assunzione. Si è passati, infatti, da un modello del bere mediterraneo e tradizionale, che considera il consumo di alcol come parte integrante dell’alimentazione, ad un modello, mutuato dalla cultura anglosassone, identificato con il nome di “binge-drinking” (bere per ubriacarsi) e caratterizzato dal consumo di elevate quantità di alcol, generalmente birra e superalcolici, concentrato in un breve arco di tempo.
Generalmente si pensa che bere sia un modo per essere più disinibiti, per ridurre l’ansia e per migliorare le proprie capacità relazionali. E’ per questo motivo che spesso i giovani consumano alcolici in situazioni di interazione sessuale, attribuendo a questa sostanza proprietà afrodisiache.
In realtà, l’alcol agisce sulla sessualità riducendo la risposta fisiologica e provocando un aumento dell’attivazione sessuale a livello psicologico. Secondo i sostenitori della teoria delle aspettative, questa risposta comportamentale è dovuta alle credenze soggettive riguardo il modo in cui l’alcol agisce sull’organismo, e non a particolari proprietà farmacologiche della sostanza stessa.
Al contrario, secondo la teoria della disinibizione, l’alcol agisce a livello del meccanismo di inibizione comportamentale riducendo i freni inibitori e impedendo al soggetto di controllare il proprio comportamento.
Un altro modello teorico che cerca di spiegare gli effetti dell’alcol sul comportamento sessuale è l’Alcohol Myopia Theory. Secondo questo approccio, l’alcol provoca una riduzione dei processi percettivi e cognitivi, una cosiddetta “miopia”, per cui l’individuo ha una percezione distorta e superficiale della realtà e riesce ad elaborare solo le informazioni circostanti più salienti. L’interazione di questo stato miope con determinati stimoli situazionali, interni o esterni, è responsabile dei comportamenti eccessivi che l’individuo da sobrio non assumerebbe.
La ricerca effettuata in questo lavoro ha come teoria di riferimento l’AMT e si pone l’obiettivo di indagare il comportamento sessuale dei giovani adulti (maschi di 20-30 anni) sotto l’effetto dell’alcol. Si ipotizza che in presenza di stimoli più salienti di natura provocatoria, cioè che inducono una risposta comportamentale disinibita, i soggetti intossicati siano intenzionati, a differenza dei sobri, ad avere un rapporto sessuale non protetto con una partner appena conosciuta e che siano anche più portati a fornire giustificazioni per il comportamento adottato.
I risultati emersi confermano l’ipotesi di partenza riguardo l’intenzione di avere o meno un rapporto sessuale a rischio, ma non riguardo le giustificazioni, dimostrando la validità dell’AMT come modello teorico esplicativo degli effetti dell’alcol sul comportamento sessuale dei giovani in stato di intossicazione alcolica.
Inoltre, i risultati ottenuti da questa indagine e gli studi a sostegno dell’AMT presenti in letteratura, offrono uno spunto interessante per la ricerca di strategie preventive con lo scopo di ridurre l’incidenza dei comportamenti sessuali a rischio associati al consumo eccessivo di alcol da parte dei giovani.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La presente tesi prenderà in esame un tema di grande rilevanza sociale quale è l’uso e l’abuso giovanile di bevande alcoliche e le conseguenze ad esso correlate. In particolare, dopo l’esposizione dell’argomento sulla base delle informazioni presenti in letteratura, si indagherà, attraverso una ricerca sul campo, la relazione tra il consumo alcolico eccessivo e il comportamento sessuale dei giovani adulti. Nel primo capitolo verranno esposte brevemente le tematiche principali riguardanti il periodo dell’adolescenza e il rapporto che il giovane, in questa fase di crescita, instaura con l’alcol. Si parlerà del fenomeno del binge-drinking giovanile e degli aspetti ad esso associati, prendendo in rassegna una serie di ricerche sull’argomento, condotte in Italia e in Europa. A fine capitolo saranno forniti alcuni dati epidemiologici sul consumo di alcolici da parte dei giovani italiani ed europei. Nel secondo capitolo ci si focalizzerà sugli effetti provocati dall’alcol a livello fisiologico, psicologico e comportamentale, con particolare attenzione al comportamento sessuale e al comportamento aggressivo, tenendo conto degli studi presenti in letteratura e introducendo alcune ipotesi teoriche esplicative. Nel terzo capitolo verranno trattati due modelli teorici, l’Alcohol Myopia Theory e la teoria della aspettative. La prima teoria sarà oggetto di maggiore approfondimento, in quanto costituisce l’approccio teorico di riferimento della ricerca che verrà esposta nella parte finale di questo lavoro. Nel quarto capitolo saranno esplicitati l’obiettivo e il metodo dell’indagine; verrà inoltre data una descrizione delle caratteristiche socio-demografiche del campione. Nel quinto capitolo verranno presentati e discussi i risultati delle analisi statistiche effettuate sui dati raccolti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abuso alcolici
abuso bevande alcoliche
alcohol myopia theory
alcol
alcol sesso
alcoliche
binge drinking
giovani adulti
superalcolici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi