Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una soluzione ai problemi di misurazione del successo futuro delle imprese: la Balanced Scorecard

L’obiettivo della tesi è quello di dimostrare e proporre la Balanced Scorecard, come metodo per superare i limiti degli indicatori economico-finanziari nella misurazione del successo futuro delle imprese.
I metodi di natura economico finanziaria generalmente utilizzati per la stesura del bilancio, riescono ad evidenziare solamente alcuni aspetti del valore delle aziende, non prendendo in considerazione i beni intangibili che pur rappresentano una parte importante del successo futuro dell’impresa e del valore stesso. L’importanza della BSC che si andrà a descrivere nella tesi, nasce dall’esigenza di determinare più correttamente il valore dell’impresa, con una metodologia più precisa rispetto ai tradizionali indici economico-finanziari e che tenga conto anche del capitale intellettuale.
Nel ultimo capitolo, con l’aiuto anche di un’indagine svolta sul territorio italiano tra le imprese del settore privato, presenterò un’analisi sulla diffusione della scheda nel nostro paese, esprimendo le considerazioni sui risultati ottenuti e traendo le opportune conclusioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La situazione complessa e di accanita competizione sui mercati internazionali, induce le imprese a rendere esplicite e a sviluppare tutte le risorse disponibili, essendo sempre più consapevoli della necessità di dotarsi di strumenti che consentano loro di rendere visibili, gestire e monitorare anche quegli aspetti intangibili che contribuiscono alla creazione del valore. I metodi di natura economico-finanziaria generalmente utilizzati per la stesura del bilancio, riescono però ad evidenziare solo alcuni aspetti del valore delle aziende, limitandosi a fornire una fotografia del presente senza indicare le potenzialità di crescita futura. Nella realtà, i valori intangibili (legati alla componente umana, le competenze, la capacità di innovazione, la reputazione, la soddisfazione dei clienti) non riescono ad essere misurati in modo adeguato. In pratica gran parte del valore dell’azienda, ovvero la differenza fra il valore contabile e il suo valore di mercato, non viene correttamente misurato e le imprese molto spesso adottando delle scelte strategiche controproducenti. Quindi, oggi come mai in passato, è particolarmente importante non solo conoscere e disporre di queste variabili intangibili, ma anche bisogna saperle misurare correttamente, adottando cosi decisioni strategiche più efficaci che possano garantire un maggior successo futuro delle imprese. La Balanced Scorecard (scheda di valutazione bilanciata) è pertanto un nuovo strumento che si è inserito in questo scenario da circa un decennio, ma fin dalla sua comparsa, ha subito avuto un grande successo. La tesi sarà appunto incentrata sull’analisi e sulla trattazione di questo nuovo strumento, in grado prima di tutto, di risolvere i problemi di misurazione delle imprese in relazione ai beni intangibili, e secondariamente, costituire una soluzione innovativa ai limiti dei tradizionali indicatori economici utilizzati dalle imprese. Tenuto conto che le società e le imprese dipendono sempre di più dalle loro attività intangibili, la scheda di valutazione bilanciata è diventata uno strumento fondamentale per

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Spinelli Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2250 click dal 16/10/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.