Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La concessione di costruzione

Il mio lavoro va ad analizzare l'istituto giuridico della concessione di costruzione, sia come concessione di sola cstruzione sia come concessione di costruzione e gestione.
L'istituto viene analizzato sin dalla nascita, nel 1909, fino alla legge Merloni del 1994, per arrivare al nuovissimo codice degli appalti pubblici del 2006.

Mostra/Nascondi contenuto.
§ 1.1 - L’insegnamento di Antonio Bononi Più di un secolo fa in una voce del Digesto Italiano, intitolata “Contratto amministrativo”, Antonio Bononi delineava le caratteristiche dell’istituto. 1 Egli seppe fornire le notizie essenziali, sin dall’individuazione delle ragioni dell’istituto: “ Lo Stato, le provincie, i comuni, le Opere pie, in quanto possiedono come persone giuridiche, ed in quanto, per esplicare la loro attività, hanno bisogno di far lavori, assumere servizi, forniture, ecc., sono costretti ad avere dei rapporti contrattuali”. 2 Ecco che i soggetti pubblici per poter operare dei poteri d’imperio non possono fare a meno di quello strumento di diritto privato che è il contratto. Il contratto non perde la propria natura per avere come parte una pubblica amministrazione, la sua disciplina resta infatti quella di diritto comune: “Il diritto comune regola questi rapporti e da esso si devia in parte, solo in quanto è necessario per adattarlo ad una persona che agisce per mezzo di rappresentanti, che è regolata da leggi speciali e nella quale si confondono interessi di ordine diverso, e più o 1 BONONI, voce Contratto Amministrativo, in Dig. It., vol. VIII, pt. 3, Torino, Utet, 1989-1900, 422 2 BONONI, voce Contratto Amministrativo, cit., 422 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Daniele Lurani Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2472 click dal 06/11/2007.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.