Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La realtà economica della Libia contemporanea: dal socialismo islamico ai processi di apertura al commercio internazionale

L’obiettivo di questo lavoro è stato quello di delineare i principali aspetti che hanno caratterizzato l’economia della Libia contemporanea, cercando di analizzare sia le dinamiche di apertura ai mercati internazionali in seguito alla sospensione dell’embargo decretato dagli Stati Uniti e delle sanzioni imposte dalle Nazioni Unite, sia i rapporti di natura economica che sono intercorsi tra Libia e Italia.
Venendo al contenuto dei singoli capitoli, nel primo ho esaminato la situazione macroeconomica dei Paesi MENA (Middle East and North Africa), mediante un quadro sintetico circa i modelli economici che si sono imposti a partire dalla seconda metà degli anni Cinquanta: dirigismo statale e politiche di sviluppo industriale basate quasi esclusivamente su idrocarburi, gas naturale e risorse naturali.
Nel secondo capitolo ho trattato l’evoluzione storica della Libia, dall’indipendenza fino ai giorni nostri, concentrando l’attenzione sui progetti di unificazione panarabi e panafricani di Gheddafi e sulla crescita economica iniziata nel corso degli anni Sessanta grazie alla scoperta dei giacimenti petroliferi.
Il terzo capitolo è stato dedicato ai processi di nazionalizzazione e all’assoggettamento dell’economia al potere dello Stato, ossia quei principi e quegli assiomi con cui Gheddafi ha concepito e costruito la struttura economica del Paese, nonostante negli ultimi anni abbia ammesso il fallimento del socialismo islamico da lui stesso postulato.
Nel quarto capitolo è stato tracciato un quadro dell’attuale contesto economico libico, esaminando i principali elementi macroeconomici ed evidenziando i problemi che affliggono oggi il Paese: disoccupazione, assenza di una diversificazione produttiva, mancato sviluppo di un settore industriale privato e inefficienza del sistema finanziario.
Infine, nell’ultimo capitolo ho affrontato il tema delle relazioni commerciali che si sono sviluppate tra Italia e Libia negli ultimi dieci anni. Oltre ad analizzare i settori alla base dell’interscambio tra i due Paesi, ho illustrato gli investimenti libici in Italia, l’importanza rivestita dal “made in Italy” e il ruolo strategico assunto dall’Ente Nazionale Idrocarburi (ENI) nell’industria petrolifera libica.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo Terzo I principali cambiamenti nella struttura economica della Jamahiriya 3.1 – La nazionalizzazione dell’industria del petrolio nel corso degli anni Settanta A partire dagli anni Settanta, il governo libico avviò una progressiva acquisizione delle risorse petrolifere in mano alle compagnie straniere. Fu un processo inizialmente graduale, in quanto il fine principale era quello di evitare qualunque rischio e possibilità di contrasti, tanto con le piccole e medie aziende interamente a capitale straniero, o con dotazioni di capitale straniero elevato, quanto con le grandi multinazionali del petrolio, dato che in generale tutte queste imprese, primariamente occidentali, detenevano la tecnologia e la capacità di utilizzarla. L’obiettivo della statizzazione venne in ogni caso seguito da Gheddafi con estrema fermezza e motivazione 1 . 1 Per quanto riguarda le nazionalizzazioni in Libia si vedano: Abdel-Fadil M., Nazih A., Hermassi A., Stato ed economia nel mondo arabo, Edizioni Fondazioni Giovanni Agnelli, Torino, 1993. Aruffo A., Muhammar Gheddafi e la nuova Libia, Datanews, Roma, 2001. Buccianti G., Libia: petrolio e indipendenza, Giuffré, Milano, 1999. Iozzolino I., La Libia. Geopolitica e geoeconomia tra mondo arabo, Africa e Mediterraneo, Giappichelli, Torino, 2003. Perrone N., Obiettivo Mattei. Petrolio, Stati Uniti e politica dell’ENI, Gamberetti Editrice, Roma, 1995. Richards A., Waterbury J., A Political Economy Of The Middle East (second edition), Westview Press, Boulder (CO), USA, 1998. World Bank, Socialist People’s Libyan Arab Jamahiriya Country Economic Report, Report n. 30295-LY, July 2006, disponibile su: http:// .worldbank.orgwww . Yousef Tarik M., Development, Growth and Policy Reform In The Middle East And North Africa Since 1950, in Journal of Economic Perspectives, Volume 18, Number 3, Summer 2004. 38

Tesi di Master

Autore: Alessandro Torello Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1844 click dal 08/01/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.