Skip to content

La Conciliazione giudiziale

Informazioni tesi

Master I Livello in Diritto Tributario e Consulenza d'Impresa
  Autore: Francesco Ortuso
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2007
Docente/Relatore: Silvia Pellegrini
Istituito da: Università degli Studi di Foggia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

Il presente lavoro verte sulla conciliazione giudiziale che è uno degli strumenti deflattivi del contenzioso tributario, avente lo scopo di definire le controversie tributarie con una procedura abbreviata, attraverso la quale è possibile patteggiare le imposte e le sanzioni non penali dovute.
Infatti, con l’accordo conciliativo il Fisco riduce il contenzioso tributario, in quanto definisce la lite prima di giungere a qualsiasi trattazione di merito, procedendo, altresì, a una pronta liquidazione delle entrate erariali, e riconducendo, infine, l’intero settore a condizioni di efficienza ed efficacia dell’attività impositiva.
La conciliazione giudiziale è un istituto di natura processuale che presuppone l’esistenza di un contenzioso pendente innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale non oltre la prima udienza di trattazione e che ha lo scopo di definire le controversie tributarie.
Esso è tipico del processo civile dove è regolato dal primo comma dell’art. 183, mentre, in ambito tributario, è disciplinato dalla disposizione contenuta nell’art. 48 del D.Lgs 31 dicembre 1992, n. 546, recante norme sul processo tributario.
La conciliazione giudiziale si applica a tutte le controversie devolute alla giurisdizione delle Commissioni Tributarie e può essere totale o parziale a seconda che definisca tutta o parte della controversia. Essa può essere conclusa sia in udienza che fuori udienza. Per effetto dell’intervenuto accordo conciliativo, sia in udienza che fuori udienza, le sanzioni amministrative si riducono nella misura di un terzo delle somme irrogabili in rapporto all’ammontare del tributo conciliato, mentre le spese di giudizio restano compensate. Essa si intende perfezionata, e quindi produce i suoi effetti, a seguito del versamento delle somme dovute comprensive delle imposte e degli interessi. In caso di versamento rateale, la conciliazione si perfeziona con il pagamento della prima rata e con la presentazione della garanzia.
In prospettiva è possibile comunque pensare ad un ruolo congruamente positivo per l’istituto della conciliazione giudiziale. L’ottica è quella di un affiancamento all’accertamento con adesione e quindi con un perimetro di intervento diverso e non in competizione con lo stesso, avente la precipua finalità di contribuire ad una più proficua collaborazione tra Fisco e contribuente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
II INTRODUZIONE L Amministrazione fiscale per migliorare la propria efficienza ha reso molto ampia la gamma degli istituti amministrativi volti ad evitare il contenzioso; le liti fiscali infatti hanno sempre un costo oneroso, anche per chi le vince. Pertanto Ł interesse sia dell Amministrazione sia del contribuente che le controversie siano ridotte al minimo, e che il rapporto tributario venga definito celermente, con il pagamento di quanto dovuto, senza dover subire il peso e le incertezze dei giudizi. A tal proposito, nel caso in cui si verifichino dette situazioni, il legislatore tributario ha previsto i cosiddetti rimedi deflativi delle controversie. Essi si suddividono in: • Rimedi preventivi • Rimedi successivi I rimedi preventivi esplicano la loro efficacia anteriormente all attivazione della potest accertatrice dell amm inistrazione finanziaria e sono: L INTERPELLO che Ł diretto a provocare una pronuncia vincolante dell Amministrazione finanziaria sulla questione prospettata; Il RAVVEDIMENTO che consiste in una auto emenda del contribuente in ordine alle omissioni o alle irregolarit commesse nella presentazione della dichiarazione o nel pagamento di quanto dovuto; Il CONCORDATO PREVENTIVO biennale che tende a favorire la determinazione negoziale della base

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accertamento con adesione
accordo conciliativo
autotutela
conciliazione giudiziale
controversie tributarie
negozio transattivo
strumenti deflattivi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi