Skip to content

La comunicazione invisibile. Strategie di successo senza pubblicità tradizionale: i casi Google, YouTube e Skype.

Informazioni tesi

  Autore: Jole Falcone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
  Relatore: Mario  Varriale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

Quando si parla di pubblicità si pensa immediatamente ad uno spot televisivo, a un manifesto, o al massimo ad un annuncio stampa su di una rivista. Nell’immaginario collettivo un’azienda che fa comunicazione è un’azienda che pubblicizza i suoi prodotti attraverso queste modalità.
Questa è però una visione limitata dell’apparato comunicativo di un’azienda.
Le agenzie di pubblicità hanno ormai da tempo capito l’importanza di implementare diverse soluzioni, e quindi diverse strategie, a seconda delle differenti necessità e problematiche del mercato. Costruire l’identità di una marca vuol dire riuscire a comprendere su quali assets di comunicazione bisogna far leva per far emergere ciò che l’azienda effettivamente è. E bisogna farlo cercando di non cristallizzarsi su una visione statica che tende ad eguagliare la comunicazione con la pubblicità classica. È necessario individuare gli strumenti più adeguati per l’espressione di una determinata marca, siano essi gli strumenti tradizionali o meno.
Non è l’advertising classico a determinare l’importanza e l’affidabilità di un’azienda. Ne sono un esempio alcuni case histories di successo di aziende, che sin dalla propria nascita, si sono affacciate al mercato senza far uso di questi particolari strumenti.
Queste aziende fanno senz’altro parte di uno scenario particolare, esse infatti sono nate, hanno maturato il proprio successo e hanno realmente senso, solo on line, in quanto fondano la propria tecnologia, i loro prodotti e il loro stesso esistere, sul web. Stiamo parlando di tre importanti dot.com, ad oggi ognuna leader del proprio mercato di riferimento: Google, YouTube e Skype.
La tecnologia dirompente che ha generato in gran parte il successo di queste aziende, ha messo in secondo piano tutto l’apparato comunicativo che ruota intorno ad esse, e questo potrebbe indurre ad ipotizzare che esso sia superfluo nel determinare la loro forza, anzi, che sostanzialmente si possa fare a meno della comunicazione. In realtà la comunicazione non solo è radicalmente presente per ognuno di questi, ma risulta molto importante nel definire la loro identità e quindi nel contribuire al loro successo. Quella che in un primo momento potrebbe sembrare un’ ”assenza di comunicazione” può essere interpretata come la «presenza» di una comunicazione invisibile. Invisibile proprio in quanto ad un primo sguardo, non essendo esplicitata attraverso quella che il letteratura è definita pubblicità ATL (above the line), è implementata tramite modalità non direttamente percepibili dall’utente.
Le aziende hanno sfruttato tutte le nuove potenzialità fornite dal mezzo Internet, in particolare quelle emergenti del web 2.0 che fanno leva sulla partecipazione e la comunione degli utenti (i forum, ma soprattutto i blog). In essi è espressa tutta la comunicazione esplicita delle aziende: ogni forma di comunicazione effettuata all’esterno, dalle PR (on line e off line), alla comunicazione per il reclutamento, agli eventi, etc., è pubblicata anche in uno di questi due strumenti.
Attraverso il costante riferimento a quelli che sono la cultura e i belief aziendali (trasmessi attraverso l’identità visiva, il sito, l’interfaccia..etc.), ed attraverso il continuo esplicitare l’operato dell’azienda (in tutte le aziende è spesso presente un riferimento alle attività dei dipendenti, a sottolineare l’importanza che gli strumenti di comunicazioni diventino una sorta di finestra sull’azienda stessa), i tre marchi sono riusciti a dimostrarsi totalmente trasparenti, ottenendo concretamente la fiducia dell’utente.
La fiducia ha permesso poi l’innescarsi di un insieme di dinamiche che hanno alimentato una forma di comunicazione particolare, il passaparola, già in parte in atto per questi prodotti (la bontà della tecnologia, del prodotto ha, già di suo, generato il passaparola tra gli utenti), trasformandolo da semplice “word of mouth” in una vera e propria “ideavirus”, in grado di diffondersi in modo capillare. L’essere virali ha permesso a queste aziende di diventare in breve tempo leader del proprio mercato di riferimento.
A questo processo, che si è alimentato delle strategie di cui abbiamo parlato, e che si autoalimenta man mano che raggiunge il suo scopo, possiamo attribuire la causa principale del successo della comunicazione invisibile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. LE PECULIARITÀ DI INTERNET E LE INFLUENZE SULLE AZIENDE 1.1 Lo scenario 1.1.1. I Principali fattori di cambiamento La rete è divenuta ormai parte integrante della società e dell’economia, è impossibile è impossibile fotografare con esattezza il numero di utenti connessi on line o il numero di siti, data la continua crescita del World Wide Web dall’anno della sua nascita 1993 3 . Ma è evidente come oggi il web sia entrato a far parte della nostra quotidianità, per lo svago, gli acquisti on line, ma soprattutto per la ricerca di informazioni. È importante per le aziende riuscire a ritagliarsi uno spazio adeguato on line, ma non solo, esse devono essere in grado di saper sfruttare appieno quelle che sono le peculiarità del mezzo. Quali sono i cambiamenti più evidenti che questo nuovo mezzo ha determinato per le aziende che volevano essere presenti on line? Innanzitutto Internet ha dato maggior valore, o meglio, ha incentrato gran parte del suo valore sulle informazioni. “In quanto strumento dotato di ubiquità che genera e potenzia le relazioni prevalentemente attraverso le informazioni, la rete trasferisce le basi della creazione e del sostentamento del vantaggio competitivo verso la capacità di 3 vedi: http://www.mclink.it/personal/MC8216/mercante/merca79.htm#heading 03.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi