Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione del paesaggio e sostenibilità ambientale, il caso studio di una città turistica: Jesolo

Partendo da una analisi diacronica delle differenti componenti del paesaggio, la tesi verifica la sostenibilità di un modello comune di crescita economica come quello sviluppatosi nella costa dell'alto Adriatico, applicando una matrice analitica che evidenzi le minacce e le debolezze del sistema, ma anche i suoi punti di forza e le opportunità.

Mostra/Nascondi contenuto.
Il territorio di Jesolo, evoluzione del paesaggio e sostenibilità Introduzione Durante il periodo di studi all’estero, presso l’Università d’Alicante in Spagna, all’interno del programma di scambi europeo “Socrates-Erasmus” per il periodo settembre 2004/maggio 2005, oltre a frequentare i corsi universitari, ho praticato durante i mesi di marzo e aprile un tirocinio, presso la stessa struttura universitaria. Avendo concordato in precedenza il tema oggetto della mia tesi di laurea con il prof. G. Rotondi a Padova e la professoressa M. Hernandez Hernandez ad Alicante, il tirocinio è stato impostato in funzione di quel preciso argomento. Sviluppando alcune metodologie studiate durante i corsi d’Analisis y evolucion de los paisajes e Geografia fisica del Medioambiente, impartiti dalla professoressa Hernandez nel primo semestre 2004/2005, durante il tirocinio ho applicato alcune di queste metodologie per il caso specifico del Comune di Jesolo, sito in provincia di Venezia. La prima parte del lavoro di tirocinio consisteva nel recuperare le fonti cartografiche e statistiche, su cui strutturare poi lo stesso lavoro. Tutte le carte IGM recuperate in formato cartaceo presso il Dipartimento di Geografia dell’Università degli Studi di Padova, riguardanti il territorio di Jesolo con scala differente, le ho successivamente digitalizzate presso il Departimiento de Geografia Regional dell’Università di Alicante. Altre carte già in formato digitale e con una scala maggiore rispetto a quelle IGM mi sono state fornite dall’Ufficio Cartografico dello stesso Comune di Jesolo. Sono carte di tipo geologico, topografico ed idrografico. Tutta questa produzione è stata oggetto di studio presso il laboratorio informatico del Dipartimento di Geografia Regional, analizzate e rielaborate. Una successiva fase di ricerca è stata quella di recuperare un’elevata quantità di fonti statistiche, demografiche, economiche e socio-culturali che durante questo tipo d’analisi si rendeva necessaria, fase praticata “via rete” durante il periodo di studi all’estero, e poi presso alcune strutture pubbliche locali come la “Provincia di Venezia”, la “Regione Veneto” ed il “Comune di Jesolo”. In particolare presso il laboratorio de Cartografia tematica, sotto la supervisione della professoressa Hernandez, ho sviluppato la seconda parte del lavoro di tirocinio, quella che riguarda l’elaborazione di una serie d’analisi specifiche dell’oggetto di studio scelte in precedenza con la professoressa stessa. Primariamente l’analisi è consistita nella descrizione degli elementi che compongono il territorio di Jesolo attraverso la disamina di: • Struttura fisico-ambientale; • Elementi antropici e struttura socio-economica; • Il paesaggio di Jesolo nelle sue componenti abiotiche, biotiche, antropiche; • Sub-unità paesaggistiche del territorio jesolano secondo la loro funzionalità; • Evoluzione diacronica del paesaggio nelle sue componenti spazio-temporali. Secondariamente mi sono occupato degli aspetti rurali e urbani del paesaggio jesolano, dell’evoluzione delle superfici ad uso agricolo ed i loro diversi tipi -7-

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Riccardo Semenzato Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4515 click dal 13/03/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.