Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Earnings quality e principi contabili internazionali

Il presente lavoro esamina l’effetto dell’introduzione dei principi contabili internazionali sulla qualità degli utili e sul loro contenuto informativo nell’ottica degli investitori. Le principali proprietà degli utili investigate sono la presenza di earnings management (la manipolazione degli utili da parte del management), la loro value relevance (relazione tra utili e prezzi/rendimenti di mercato) e le conseguenze sul volume di scambio negli intorni delle date di annuncio (legate alla diversa interpretazione da parte dei partecipanti al mercato). La finalità delle analisi svolte è di verificare empiricamente se i principi contabili internazionali abbiano effettivamente contribuito a migliorare il livello qualitativo dei dati contabili delle società europee. I risultati ottenuti sono contrastanti: il livello di earnings management sembra invariato, la value relevance più elevata per gli utili redatti in conformità ai principi contabili locali e il volume di scambio attorno agli annunci più basso (a indicare una maggior omogeneità interpretativa) per le imprese che adottano gli IAS/IFRS solo oltre una certa capitalizzazione. L’analisi della divergenza di opinioni tramite il volume di scambio, usata per la prima volta nel presente studio per comparare utili redatti con principi contabili diversi, permette di legare i precedenti studi che avevano dimostrato che il costo del capitale è più basso per le società che adottano i principi contabili internazionali e che gli investitori trattano la divergenza di opinioni come proxy del grado di rischio associato a un titolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract Il presente lavoro esamina l’effetto dell’introduzione dei principi contabili internazionali sulla qualità degli utili e sul loro contenuto informativo nell’ottica degli investitori. Le principali proprietà degli utili investigate sono la presenza di earnings management (la manipolazione degli utili da parte del management), la loro value relevance (relazione tra utili e prezzi/rendimenti di mercato) e le conseguenze sul volume di scambio negli intorni delle date di annuncio (legate alla diversa interpretazione da parte dei partecipanti al mercato). La finalità delle analisi svolte è di verificare empiricamente se i principi contabili internazionali abbiano effettivamente contribuito a migliorare il livello qualitativo dei dati contabili delle società europee. I risultati ottenuti sono contrastanti: il livello di earnings management sembra invariato, la value relevance più elevata per gli utili redatti in conformità ai principi contabili locali e il volume di scambio attorno agli annunci più basso (a indicare una maggior omogeneità interpretativa) per le imprese che adottano gli IAS/IFRS solo oltre una certa capitalizzazione. L’analisi della divergenza di opinioni tramite il volume di scambio, usata per la prima volta nel presente studio per comparare utili redatti con principi contabili diversi, permette di legare i precedenti studi che avevano dimostrato che il costo del capitale è più basso per le società che adottano i principi contabili internazionali e che gli investitori trattano la divergenza di opinioni come proxy del grado di rischio associato a un titolo. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Peter De Gol Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3724 click dal 08/04/2008.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.